Filosofia

Il fascino della bicicletta è uguale a quello della libertà

Camminare è bello ma pedalare lo è molto di più!

La bicicletta cambia il punto di vista, lo eleva, ci fa vedere le cose da una prospettiva diversa, ci dona quel senso di nobiltà imposto dal busto eretto e dal mento in alto.

E’ libertà di fermarsi, di andare avanti di gustare il percorso alla giusta velocità.

E’ potenza: misura le nostre forze, ci fa sentire motori di noi stessi.

E’ democrazia: tutti possono averla e tutti la sanno usare. E’ una nave terrestre come dice Claude Marthaler, che unisce gli uomini, le distanze, le generazioni, le classi sociali, le capacità fisiche, servendo per il trasporto, il commercio, lo sport, l’espressione artistica, il pellegrinaggio, il viaggio.

E’ senso dell’equilibrio, la prima cosa che da bambini impariamo montandoci sopra.

E’ salute: rinforza il corpo, contribuisce a donarci buonumore(sviluppa endorfine) e non inquina.

La bicicletta cambia lo stile di vita. Ci impone un ritmo più lento, ma non troppo. Ci fa sentire parte di ciò che ci circonda, ci fa assaporare tutto ciò che ci appare davanti. La carezza del vento ci toglie persino quel velo di tristezza che ogni tanto diventa una seconda pelle.

E’ il luogo, il momento in cui scrollatoci lo stress di dosso nascono le idee. Girare in bicicletta è passare dal televisore tascabile al cinemascope per dirla con Didier Tronchet girando il proprio film, fatto di stupende carrellate.

Si può andare ovunque, percorrendo strade e luoghi altrimenti non visibili, ci si può fermare nel momento stesso in cui lo si decide e l’angolo di osservazione è assolutamente unico ed efficace.

COME NASCE VIAGGINBICI.COM

L’ho provato sulle mie gambe il giorno in cui ho deciso di trascorrere parte di una vacanza proprio IN BICICLETTA in compagnia di mio marito e di mio figlio di 3 anni.

Fino a quel giorno avevo usato la bicicletta per fare piccoli tragitti nella città in cui vivo. Sono tendenzialmente pigra e poco allenata. Quel giorno mi si è schiuso un mondo. Innanzitutto è divertentissimo soprattutto per i bambini ma anche per noi, adulti, che siamo abituati a visitare i luoghi vedendoli sempre e solo dalla macchina o a piedi. Il limite della prima è che ci nasconde tante bellezze perché transita veloce nei luoghi di collegamento. Il limite dei piedi sta nella capacità di coprire distanze ridotte.

La bicicletta è la perfetta via di mezzo. Si vedono scorci, paesaggi, persone, si vivono storie, avventure, emozioni che altrimenti si perderebbero. Quasi tutti i percorsi descritti su questo Magazine prevedono il piano B, qualora ad un punto del viaggio si decidesse di far risposare le gambe. La bellezza di un viaggio in bicicletta sta anche nel fatto che possiamo decidere di farcelo organizzare dall’inizio alla fine da un tour operator, che ci trasporterà il bagaglio, ci assisterà lungo tutto il tragitto, oppure possiamo ritagliarci dei giorni da gestire in totale autonomia decidendo dove fermarci e dove soggiornare.

Chi fa già cicloturismo e ha una sfrenata passione per la bicicletta vorremmo ci inviasse il suo diario di viaggio per condividerlo con gli altri, arricchendo così il bagaglio di conoscenze di tutti. Ci saranno informazioni anche per i talebani della bici ovvero tutti coloro che non possono far altro che pianificare tutto in funzione di questo mezzo.

Su Viagginbici.com troverete gli spunti per organizzare una vacanza che avrà come motore la vostra curiosità e le vostre gambe, nient’altro. Ecco perché ci chiamiamo “Il Magazine del turismo sostenibile”. Ci piace l’idea di invogliare sempre più persone e sempre più famiglie a prendere in considerazione anche la bicicletta per i loro fine settimana e per le loro vacanze. Si risparmia denaro, ci si diverte di più, ed è più salutare per tutti!

Ludovica Casellati

visita la nostra pagina instagram

Il fascino della bicicletta è uguale a quello della libertà. Si può andare ovunque, percorrendo strade e luoghi altrimenti non visibili, ci si può fermare nel momento stesso in cui lo si decide e si possono godere i profumi e gli odori della natura che ci circonda.

Instagram