Video sulle buone maniere dei ciclisti in Alto Adige.

 

Per il 2015 i BikeHotels Südtirol hanno concepito un’iniziativa davvero speciale a favore di maggiore tolleranza e correttezza. Ride Fair – L’Alto Adige tira fuori il meglio di te!

Questo è il messaggio della campagna in programma per quest’anno, il cui scopo è unire un’impeccabile tecnica di guida alle buone maniere, ma soprattutto far vivere in prima persona la tolleranza sui trail.

“La situazione in Alto Adige è estremamente propizia: oltre ad essere i benvenuti, noi appassionati di mountain bike abbiamo a disposizione un ampio spettro di possibilità. Ovviamente ciò non ci autorizza ad essere irrispettosi. Con l’iniziativa Ride Fair i BikeHotels Südtirol puntano a promuovere un comportamento corretto sui trail, sfatando allo stesso tempo i pregiudizi degli altri utenti dei percorsi”, spiega Daniel Schäfer, testimonial dell’associazione BikeHotels Südtirol, che riunisce i migliori hotel per amanti della bicicletta sul versante meridionale delle Alpi.

 

Per la campagna è stato prodotto un video ad hoc che presenta in tono umoristico le regole chiave per mantenere un comportamento impeccabile sui trail: non abbandonare rifiuti lungo il tragitto, non avventurarsi con noncuranza nell’erba alta, pedalare con rispetto e in modo previdente e dare la precedenza ad altri utenti del percorso.

 

Un approccio in realtà logico, ma non sempre scontato, perché per un comportamento corretto in ogni situazione occorre uno stile di guida accorto: “Solo chi padroneggia perfettamente la sua bicicletta può guidare rispettando i percorsi e reagendo efficacemente agli imprevisti. In collaborazione con le guide di mountain bike dell’Alto Adige, proponiamo soluzioni per il perfezionamento della tecnica di guida, tirando fuori il meglio dai nostri ospiti”, spiega Schäfer concludendo, “i ciclisti rispettosi hanno più stile!”

 

Con Ride Fair i BikeHotels Südtirol sottolineano la loro posizione relativamente ad un atteggiamento tollerante sui trail e al rispetto reciproco, e sono convinti che la campagna di sensibilizzazione sarà accolta con favore.

La redazione