Percorso originale per visitare la città del santo da una prospettiva diversa

Padova città di bici? Certo, ma anche città di acque e barche, perché sono proprio la bici e la barca i mezzi che permettono di arrivare e scoprire parchi e monumenti altrimenti irraggiungibili. Irraggiungibili e… sconosciuti!

Per visitarli e farli conoscere ci ha pensato Padova Originale col suo nuovo itinerario Bike_and_boat:_in_barca_e_in_bici_su_argini_e_fiumi_di_padova.

Prima fra le tappe principali il Parco d’Europa e il Giardino di Cristallo, serra tecnologica che custodisce la preziosa collezione di piante grasse del prof. Angelo Levis, sorprendenti per le loro acrobazie e metamorfosi realizzate per adattarsi e prosperare in una situazione per loro nuova.

01-CIMG4843 - Copia

Per accedere al Parco bisogna davvero scegliere fra la bici e la barca, perché arrivarci in auto è quasi impossibile: non un metro quadrato di verde è stato infatti sacrificato a parcheggio. Con Padova_Originale vi si giunge in bici dall’argine attraverso l’arditissima passerella in acciaio capolavoro ingegneristico e architettonico del giovane ingegnere padovano Tommaso Morbiato.

02-CIMG1388

Solo dopo aver visitato il Parco, bici e ciclisti saliranno a bordo della Delta Nova Zero Emissioni, barca elettrica in sintonia con lo spirito ecologico della bici.

03-Delta-Nova

E qui si apriranno le delizie del Piovego, scavato fra il verde delle rive e le antiche Mura rinascimentali. D’obbligo la visita alle Gallerie cinquecentesche nella Golena di San Massimo.

04-10402499_270241009814937_5190259724313712589_n

Padova la si lascerà poi per un po’, percorrendo in bici i corsi d’acqua che la circondano e conoscere le tante opere idrauliche (conche, chiuse, ponti…) legate ad una storia anche recente fatta di alluvioni e pericolose piene.

Ma le Mura le ritroveremo ancora, trapassandole per raggiungere il Prato della Valle, che non potremo navigare ma… visitarne il corso d’acqua che lo cinge!

05-CIMG1281

Infine sarà la volta dell’Orto Botanico e del Giardino della Biodiversità, apoteosi del verde, dell’acqua, e di un nuovo modo di intendere l’arte, il viaggio e il viaggiatore.

06-serra desertica