Catania ospita questa settimana, come tante città italiane, la “Settimana europea della mobilità sostenibile”. Varie le iniziative di promozione ambientale, passeggiate in bicicletta, aree pedonali nel centro storico e nel lungomare, visite guidate a siti monumentalie naturalistici, seminari, esibizioni itineranti di orchestre e artisti di strada. E’ un modo per ricordare che Catania è una splendida città da conoscere in bici, per chi la abita, per chi la visita.

Un percorso tra musei in bici potrebbe essere un’idea per turisti e cittadini in vena di pedalare. Il percorso? Qualchevolta è solo bello perdersi per le vie del centro… Se si vuole avere un tragitto ben preciso un’idea potrebbe essere partenza da Piazza Duomo, imboccare via Etnea, proseguire fino a viale XX Settembre e poi raggiungere  Piazza Europa, e poi perdersi nei colori del lungomare cittadino.
1. Piazza Duomo – da vedere la Cattedrale, i palazzi barocchi, la fontana dell’elefante
2. Piazza dell’Università – caratteristici i lampioni in bronzo con i personaggi delle storie popolari catanesi
3. Piazza Stesicoro – dedicata al poeta greco è attraversata dalla strada principale del centro, la via Etnea, qui il monumento dedicato a Vincenzo Bellini e l’anfiteatro romano
4. Villa Bellini – il più grande giardino cittadino appartenuto alla famiglia dei principi di Biscari


5. San Giovanni Licuti – piccolo borgo marinaro dove c’è la spiaggia più caratteristica della città
6. Ciminiere – oggi centro espositivo, un tempo camini per la dispersione dei fumi provenienti dalle fabbriche di zolfo
7. Villa Pacini – uno dei due giardini più antichi della città
8. Porta Uzeda – uno dei simboli della città, costruita in stile barocco in pietra lavica e marmo bianco.

Da fare in un piaio di ore, quasi quattro chilometri totali.


Se volete conoscere meglio la città da non perdere anche il Palazzo degli Elefanti, il Palazzo dei Chierici, la fontana dell’Amenano, la Cattedrale di Sant’Agata, le Terme della Rotonda.