Oggi vi porto nelle Langhe, territorio che è diventato patrimonio dell’Umanità Unesco, se potete fate un giro in bici nel periodo delle vendemmie con i colori che stanno per cambiare e virare sulle note del rosso o del giallo. Siamo nel basso Piemonte regione in cui il termine Langa significa collina, in particolare nelle zone del Roero. Il Roero è un territorio che fiancheggia la sponda sinistra del fiume Tanaro, che lo separa dalle Langhe fino a lambire le province di Torino e di Asti. Le coltivazioni ed i borghi storici si inseriscono in una natura ancora selvaggia fatta di folta vegetazione ed aspre colline. A dare il nome al territorio fu la nobile famiglia astigiana dei Roero che qui nel Medioevo possedevano la maggioranza dei castelli e delle terre.

Dove pedalare

Se seguite il mio consiglio e vi programmate per questo viaggio nel periodo della vendemmia, potete fare un percorso che si chiama Bar to Bar ovvero la Barbaresco – Barolo. Si tratta di un percorso ad anello che attraversa una buona fetta del territorio di Langhe Roero. Si snoda tra strade a bassa percorrenza, strade bianche, boschi e capezzagne, regalando panorami unici e scorci insoliti. Attraversa borghi e vigneti, regala storia e natura, permettendo di scegliere tra un percorso breve ed uno più ampio, pensati per il trekking a piedi e l’off-road in bici, percorribili nelle due direzioni di marcia. L’anello lungo, ricco di ampi dislivelli, salite e ripide discese, è un percorso consigliato a ciclisti esperti e allenati. Quello breve parte da Barbaresco passa per Alba, quindi costeggia il Tanaro per salire poi nella zona del Barolo da Roddi – Verduno – La Morra ed infine Barolo. La Bar To Bar è segnalata da cartelli bidirezionali con il codice rosso e bianco dei sentieri solitamente utilizzato per il trekking, oltre che da apposita segnaletica rivolta ai bikers. spessissimo, ci sono anche segni (sempre bianchi e rossi) su alberi e rocce per segnare la strada giusta, soprattutto nei boschi e lontano dalle strade asfaltate.

Si può pedalare partendo da Barbaresco, borgo antico dominato dalla eccezionale torre medioevale (l’attuale è del XIV sec., edificata dai Visconti, oggi ristrutturata e visitabile) e letteralmente immerso nei vigneti di Nebbiolo, il principe dei vitigni delle Langhe. Un giro in paese è d’obbligo, una degustazione assolutamente imperdibile!

Il massiccio castello di Serralunga, con la bella e rara torre cilindrica nel mezzo del cortile, più che dominare il borgo lo definisce in toto. A Castiglione è attiva anche una Cantina Comunale che propone spesso degustazioni e visite. Uscendo dal paese teniamo la sinistra in direzione Monforte. La strada inizia a salire per portarsi sullo spartiacque da cui si contemplano da un lato perno e dell’altro i vigneti del Barolo incuneati tra Monforte e Castiglione. Proprio su questa strada è passata la cronometro del Giro D’Italia Barbaresco – Barolo, in uno dei paesaggi più spettacolari ed emozionanti. Ma mi raccomando bevete responsabilmente!

Gli eventi

Da segnare in agenda in questo territorio questi eventi per il 2020:

29 maggio – 19° tappa del Giro d’Italia – Asti

30 maggio – 20° tappa del Giro d’Italia – Alba

7 giugno – Classica delle Langhe – Alba

13 – 14 giugno – Outdoor festival – Bossolasco

12 – 13 settembre – Festival della Nocciola – Bossolasco

29 settembre – XC Piemonte Cup – Canelli