Bicicletta, cibo, relax: la regione della Stira è tutta da scoprire, con le sue terme di origine vulcanica, le zone addolcite dal fiume Mur e dai suoi vigneti. Il nostro viaggio in bici ci può portare a conoscere non solo la natura ma anche le prelibatezze del palato, nei Buschenschank, che sono luoghi di vendita diretta del vino qui prodotto e servito insieme a carni e salumi di produzione locale. Qui si degustano ottimi salumi, olio di semi di zucca, e il “Verhackertes”, un particolare paté a base di prosciutto e speck ad accompagnare il vino. Ci si può far accompagnare da una “Rad-Guide” (ovvero una guida ciclistica) che vi potrà mostrare i luoghi più belli nella città di Bad Radkersburg e i suoi dintorni. Tutti i percorsi sono segnalati sulla cartina delle piste ciclabili “RAD-Entdeckungskarte”. E se volete rilassarvi dopo una bella pedalata l’ideale è andare nelle Parktherme, abbandonarsi nelle calde acque termali, tra una sauna e un bel bagno di vapore.

La Stiria in bicicletta

Vi consigliamo di scoprire la regione in bicicletta pedalando tra i paesi di Bad Radkersburg, Halbenrain, Klöch e Tieschen. Qui si può passare in bici tra i vigneti di Klöch e Tieschen, tra le aree ripariali del Mur e attorno a Halbenrain, il Murradweg (itinerario lungo la Mur) R2 , il giro delle terme R12, Eurovelo 9 e il giro della “Weinland” portano tutti direttamente a Bad Radkersburg, punto ideale per l’inizio e la conclusione dei percorsi. Un percorso particolare, quest’anno dal 20 al 22 giugno, è il Tour de Mur in tre tappe che si concludono con una festa nel centro storico di Bad Radkersburg.
Vi proponiamo un’idea per il vostro tour in bici. La prima tappa parte da St. Michael, in territorio salisburghese, ai piedi del Parco Nazionale degli Alti Tauri. 
Dopo Kendlbrick si entra nella Stiria e lungo l’antica strada del legno si giunge a Murau (da St. Michael im Lungau – Murau sono 55 km), famosa per la fabbrica della birra e il castello Obermurau. 
A Frojach sono visibili tracce dell’antica strada romana ed è da vedere il particolare museo della ferrovia con una vera e propria locomotiva a vapore. Sul paese di Frauenburg svettano le rovine dell’antico castello, per arrivare fino Judenburg (65 km da Murau), qui sono da visitare la fortezza e la chiesa Magdalenskirche. Fino a Bruck an der Mur/Oberaich sono 60 km. I più allenati possono concedersi una variante per l’abbazia di Seckau. A Leoben da vistare l’abbazia di Göss e il famoso birrificio austriaco Gösser. Da Bruck an der Mur/Oberaich a Graz sono 60 km. A Frohnleiten si può visitare il parco della Murland e gettare una moneta nella “fontana delle tre pettegole”. Per arrivare Deutschfreistritz in tranquillità è meglio pedalare sulla riva destra del fiume Mur, passando sulla sinistra solo per visitare le fantastiche conformazioni di stalattiti e stalagmiti nella grotta calcarea di Lur a Peggau. Da Graz il paesaggio cambia e inizia una vasta pianura e da Leibnitz ci si addentra in una terra ricca di storia, dove fu ritrovata l’unica città romana della Stiria, e il castello di Seggau che è il centro culturale della Stiria del sud. Da Graz a Kalsdorf e poi ancora fino a Wildon potete scegliere su quale riva del fiume pedalare. Vi consigliamo la ciclabile attraverso il Leibnitzer Feld e la bella valle Sulmtal. Da Graz a Mureck sono 65 km e fino a Bad Radkersburg 25 km. L’acqua è la protagonista di questo tratto: il fiume Mur, il lago balneabile Röcksee, la sorgente d’acqua minerale Peterquelle, le sorgenti termali di Bad Radkersburg.

Non perderti questo:   Il Cammino di San Tommaso #2 Manoppello/Fontecchio

Cosa sapere

Se volete gustarvi una vacanza senza pensieri per l’organizzazione e l’accompagnamento relativi alle gite, potete contattare le guide di Bad Radkersburg che conoscono perfettamente la regione. I tour guidati in bicicletta si svolgono da aprile a ottobre ogni mercoledì alle 16,30 e il sabato alle 14,00. Informazioni dettagliate sono disponibili all’ufficio turistico, le Parktherme, negli hotel e da tutti i locatori della zona.

La vocazione vitivinicola

Riesling, Pinot Bianco, Chardonnay Morillon, Sauvignon Blanc e Moscato sono considerate le varietà di vino più amate della Stiria. Grazie alle condizioni che offre il terreno vulcanico ci sono anche particolari specialità regionali: il “Gewürztraminer” o Termeno aromatico, il Traminer rosso e bianco con il suo bouquet estremamente intenso, ma anche il Sämling 88 (Scheurebe) e il Pinot Grigio. La viticoltura ha una lunga tradizione nella regione che si data già dal 1448. A Bad Radkersburg si respira una storia lunga 700 anni: dalla Hauptplatz, la piazza principale, con le sue facciate rinascimentali fino alla chiesa parrocchiale gotica e il palazzo Herberstorff con il sontuoso cortile ad arcate. Meritano una gita anche le rovine del castello di Klöch, la “Castrum Haldenrain” o i reperti sul Königsberg a Tieschen.
https://www.austria.info/it/attivita/cicloturismo/offerte-vacanze-in-bici/bicicloturismo-bad-radkersburg-stiria

La Stiria e Graz

La Stiria, nel sud-est dell’Austria, delle nove regioni è la seconda per estensione. La capitale è Graz. Noi vi consigliamo di andare a conoscere, in bici, la seconda città d’Austria che vanta oltre 900 anni di storia. Graz con i suoi tetti di tegole rosse, i palazzi barocchi, i cortili rinascimentali, gli spazi verdi, i caffè alla moda, è una piccola metropoli che combina arte e sapori, design e storia, musei e architettura moderna. Da non perdere il museo Landeszeughaus, con la più grande collezione di armi storiche del mondo. Se volete vedere la città dall’alto potete salire con la funicolare allo Schlossberg, la collina che sovrasta la città.

Per informazioni offerte