A Carnevale, ogni percorso bike vale. E’ un periodo di allegria e noi ai tanti appuntamenti con le più belle feste in maschera abbiamo mescolato altrettante idee di percorsi bike. Approfittando di una stagione tutto sommato mite, si può usare tranquillamente un pò ovunque la bicicletta e in montagna provate le fat bike! Vi proponiamo idee cicloturistiche che associamo a spettacolari feste di Carnevale, dove ballare, cantare e assaggiare prodotti locali.


1. La Lachera (Rocca Grimalda)

A pochi chilometri da Ovada torna, il 15 e 16 febbraio, l’appuntamento con La Lachera, di antica tradizione, misto di danza e rappresentazione teatrale, che si fa risalire alla rivolta del popolo contro il signore del paese che pretendeva di esigere lo Jus Primae Noctis sulle spose, ma deriva anche certamente dai riti propiziatori della primavera. Al centro del corteo e delle danze, il matrimonio di due giovani, caratterizzato da suoni, schiocchi, tintinnare di sonagliere, vorticare di fiori e nastri colorati e i costumi cosi come le spade e le fruste. www.lachera.it
Percorso bike – Giro ad anello di 27 km nell’Ovadese. Si parte dalla centrale Piazza Castello in Ovada (m 172 slm) e si viaggia in direzione Acqui Terme. I primi chilometri sono su strada pianeggiante fino a giungere a Molare, da qui inizia una salita con ampi tornanti e dopo km 5 si giunge a Cremolino (m 405 slm). E poi via verso Acqui Terme.

2. Il carnevale Vhoese (Vho)

Il 21, 23, 25 febbraio nel tortonese sui colli che confinano con l’appennino ligure, potete far parte di uno dei più antichi carnevali della provincia, che si festeggia dagli inizi del Settecento, a Vho quando il paese era sotto la Signoria degli Zenone, allora padroni di Castelceriolo e la zona era colpita da frequenti carestie. La popolazione locale usava trovarsi il Martedì Grasso, portando ciascuno qualcosa del proprio raccolto, prodotti alimentari e vinicoli da consumare in familiarità, il cosiddetto “banchetto del contado”.
Percorso bike – Potete organizzarvi in questa zona per un’esperienza ciclo- enogastronomica sui Colli tortonesi. Un circuito ad anello di una quarantina di chilometri con partenza ed arrivo a Costa Vescovato. Vi consigliamo mtb ed e-mtb per questa passeggiata in bicicletta fra le vigne di Barbera e Timorasso. Il percorso tocca Costa Vescovato, Castellania Coppi, San Alosio, Paderna, Spineto Scrivia, Carbonara Scrivia, Sarezzano, Cerreto Grue, Avolasca, Costa Vescovato.


3. Altopiano del Tesino (TN)

A sei secoli di distanza si festeggia ancora durante il Carnevale, la liberazione dalla tirannia di Biagio delle Castellare. La festa prenderà il via il 23 febbraio prossimo a Castello, piccolo comune del Trentino sud-orientale che con Pieve e Cinte compone l’Altopiano del Tesino. Quest’anno va in scena la versione completa di questo Carnevale (ogni cinque anni), con corteo storico e processi.
Percorso fat bike – “Tesino Bike Trophy” è un percorso ad anello facile attorno alla conca tesina, su stradine asfaltate e sterrate che tocca Pieve Tesino, Drio Castello, Cinte Tesino, Castello Tesino ed entra in Val Malene.


4. Solothurn

Siamo in Svizzera ma il carnevale è hawaiano (13 gennaio – 4 marzo). In questa città barocca il Carnevale dura più di un mese e Solothurn in concomitanza con la festa di Sant’Ilario, il 13 gennaio, cambia il suo nome in Honolulu. Pare, infatti, che si trovi esattamente agli antipodi delle Hawaii. Viene destituito il Sindaco e la via del Municipio diventa “via dell’Asino”.
Percorso bike – Percorso dell’Aare, con partenza dalla capitale dell’orologeria Bienne, facile. Il percorso si snoda in piano attraverso un tratto immerso nella natura, la cosiddetta Witi. 31 chilometri su asfalto e pavimentazione naturale fino a Solothurn.


5. Carnevale di Bormio

E’ chiamato anche il Carnevàl di Mat: sfilate dei gruppi mascherati tra le vie del paese, le mascherine dei bambini, la premiazione delle maschere più belle. Sarà allestito in Piazza del Kuerc, il palo della cuccagna e ci saranno le classiche bancarelle con i prodotti tipici tra i quali spicca la polenta dei poveri.
Percorso fat bike – A S. Caterina ogni martedì Glacier Tour, una risalita nel bosco con la fat e-bike sino a raggiungere i piedi del Ghiacciaio dei Forni; ogni venerdì Stella Alpina night tour, tour pomeridiano con l’e-bike verso la valle dei Forni, aperitivo al Rifugio Stella Alpina e ogni sabato Sunny Valley tour, salita in cabinovia e percorso in quota nella cornice del Monte Sobretta.
www.santacaterina.it/programma-inverno-2019-2020/