L’itinerario su due ruote è facile adatto a tutti, ai meno giovani, ai meno allenati, alle famiglie con bambini. La pianura della “bassa padovana” è amica di tutte le gambe e soddisfa le esigenze di tutti i cicloturisti amatoriali che vogliano scoprire i piccoli borghi e le cittadine. Montegrotto, Due Carrare, Cartura, Conselve, Tribano, S. Pietro Viminario, Pernumia, Battaglia Terme. Un tuffo nel verde della campagna a sud-est di Padova, da cui può ammirare il profilo dei Colli Euganei da lontano. Qui tra belle case e le campagne perfettamente in ordine si respira la ricca tradizione contadina, quella frutto di duro lavoro di cui bene parla Angelo Beolco detto Ruzzante nelle sue opere, autore ed attore che Dario Fo’ ha definito suo maestro.


Il nostro itinerario

Con partenza dalle Terme Euganee si viaggia su pista ciclabile in direzione Due Carrare passando davanti all’antica abbazia di Santo Stefano, arrivando così a Cartura nella cui chiesa parrocchiale si può ammirare un affresco di Giandomenico Tiepolo. Si prosegue per Conselve il cui centro storico è ingentilito dalla presenza di numerose ville e palazzi nobiliari e si arriva a Tribano per ammirare la torre Cittadina. Tappa anche a San Pietro Viminario, celebre un tempo per la produzione del vimine da cui prende il nome. Infine il tour tocca Pernumia, patria proprio di Ruzzante, per poi arrivare a Battaglia Terme dove si affianca il Canale Battaglia per rientrare alle Terme Euganee. Un percorso di poco meno di 50 km, con un dislivello minimo e nessuna difficoltà. Da fare con bici muscolare o eventualmente con bici a pedalata assistita.


Tra le cose da vedere

Abbazia di Santo Stefano (Due Carrare): conserva tre grandi porzioni di mosaici del X secolo e una Pietà in terracotta di Andrea Briosco.
Chiesa di Santa Maria Assunta (Cartura): il soffitto è in gran parte occupato da un affresco di Giandomenico Tiepolo datato 1793.
Cà Sagredo e Villa Lazara (Conselve): la prima un padiglione da caccia trasformato in signorile dimora di campagna da Piero Sagredo, la seconda ha ospitato tra gli altri il re di Francia Enrico III, San Gregorio Barbarigo e papa Clemente XIII.


Torre civica (Tribano): costruita dagli Estensi a pianta quadrata con mattoni in cotto, alta 30 metri.
Casa del Ruzzante e chiesa arcipretale (Pernumia): qui nacque il più importante commediografo del 500 Angelo Beolco detto il Ruzzante.
Battaglia Terme: particolare il centro storico affacciato sui canali, qui è presente l’unica grotta termale naturale dell’area euganea e il museo della Navigazione fluviale.


Turismo rurale

Ci sono tanti percorsi da affrontare all’interno del progetto chiamato #daicollialladige, un nuovo sistema di promozione del turismo rurale che coinvolge 44 Comuni dell’area tra i Colli Euganei e la Bassa Padovana. Percorsi slow che vanno d’accordo con i cicloturisti che amano la tranquillità e la conoscenza delle piccole grandi cose della nostra storia e cultura. Quali sono? PerCorsi Rurali (Vò Euganeo, Merlara e Conselve): un itinerario tra ville agricole, sacelli della fede popolare, architettura rurale. We love bikers: quattro percorsi cicloturistici ovvero l’anello delle città murate, l’anello ciclabile dei Colli Euganei, la pista ciclabile Adige – Po, il percorso Pechete. Tracciato antiche vie – Romea Strata: l’antichissimo itinerario testimonianza di fede e cultura. Frigus: tra storia, cultura, enogastronomia, ambiente e natura. Slow tourism: itinerari ciclopedonali che valorizzano le bellezze del territorio. I sentieri nel Parco Regionale dei Colli Euganei: un progetto che ha portato alla riqualificazione, valorizzazione e messa in sicurezza di aree all’interno del Parco.