Cambiare la sella della bicicletta a seconda del mood della giornata? Oggi è finalmente possibile grazie a Selle Royal che ha creato Ta+Too!

le selle ta+tooE’ entusiastica la mia affermazione perchè utilizzo la bici ogni giorno e mi mette allegria l’idea di poter cambiare il top con estrema facilità. Ho provato ed il meccanismo è semplice: una volta inserita la base che ha dei profili di gomma si fa scivolare il top fino a che si incastra perfettamente. Per completare l’operazione basta  ruotare in senso orario il sistema di fissaggio. A questo punto raggiunta la mia destinazione ho due possibilità: decidere di lasciare la sella così com’è legando la bicicletta, oppure togliere il top e portarlo via con me.

Nel primo caso dovrò estrarre il sistema di fissaggio e rimuovere una chiavetta, questo renderà impossibile rimuovere il top.

Nel secondo caso se voglio evitare di ritrovarmi la sella bagnata oppure, come spesso capita, una bicicletta senza sella posso rimuovere il top ed infilarlo dentro la borsa, tanto è leggero!

Oltre ad una gamma di selle colorate che costano attorno ai 54 euro esistono, in edizione limitata, ad un costo di poco superiore, una serie affidata ad illustratori italiani e non, che hanno realizzato dei piccoli capolavori.

Queste usciranno a Dicembre non sono ancora disponibili sul sito, e sono state pensate da tre illustratori come Riccardo Guasco, Ilaria Falorsi e il francese Jean Julienne.

Ce n’è per tutti i gusti e gli stati d’animo: una linea già disponibile è quella che esprime l’anima wild che c’è in ogni ciclista urbano, che ogni giorno vive la propria esperienza come fosse nella giungla, a firma di Francesca Sanna, Philip Giordano e J Led.

La collezione dedicata al viaggio è stata invece affidata a tre grandi nomi del calibro di Van Horton, Brosmind e Hikimi.

Poi c’è la vintage in tre colori…alla fine è davvero quasi come un tatuaggio che ci aiuta a esprimere uno stato d’animo, una sensazione, un’emozione. Vivacizza e trasforma la nostra bicicletta dandole la marcia giusta ogni giorno.

Io l’ho percepita così questa piccola grande idea che ha avuto l’azienda italiana che è leader mondiale nella produzione di selle e accessori per la bici. La presentazione è stata fatta a Parigi nell’ambito di un nuovo concept fieristico Autonomy dedicato alla mobilità urbana, alla presenza della stampa internazionale.

Ludovica Casellati