Piacere, Bike Manager! Una figura sempre più richiesta e sempre più importante da formare, in grado di mettere le mani nel grande mondo del cicloturismo. Ma chi è davvero il Bike Manager?
Non bisogna confonderla con un direttore d’hotel o un accompagnatore di bike tour: si tratta di colui che conosce alla perfezione il territorio in cui si muove, in grado di creare un’offerta cicloturistica che forse ancora non esiste ma potenzialmente valida nel futuro. Insomma un uomo o una donna lungimiranti su lungo periodo, capaci di creare un vero e proprio prodotto turistico, da pubblicizzare e vendere. Negli ultimi anni, la scelta di una figura così specifica, è ricaduta su ex ciclisti professionisti o appassionati, con esperienza alle spalle che però non è detto che sia vincente.

Ad usufruirne sono soprattutto i bike hotel, alcuni già con questa denominazione altri, proprio perché vogliosi di cambiare, si reinventano strutture bike, assumendo un esperto del settore. Gli albergatori che entrano in questo mondo possono affidarsi alla Bike Hotel Academy, eventi di formazione per bike hotel a più livelli, non solo teorico ma anche pratico, con prove sul campo. Per diventare invece, bike manager il mondo del ciclismo offre il “Masterclass: Bike Manager”: un corso di sette giorni pensato per chi vuole avviare un’attività nel mondo del cicloturismo e desidera acquisire conoscenze specifiche in gestione della flotta, implementazione di noleggi, rapporti con gli enti pubblici, gestione delle uscite e allenamenti dei clienti e conoscere a fondo il mondo del cicloturismo. L’Università di Verona, tra i vari corsi di studio, propone addirittura la possibilità di un corso di perfezionamento e aggiornamento professionale per una nuova figura professionale: Esperto Promotore della Mobilità Ciclistica. Cambia la dicitura ma nella sostanza resta il bike manager, ovvero colui che usa tutti i mezzi a disposizione per promuovere il cicloturismo e renderlo appetibile al pubblico.


Partito dalla sua grande passione per la bici, ad esempio, il ciclista Fabio Boeti, ha realizzato un grande progetto, Bike Experience, dedicato al suo territorio, quello tra le Terre del Custoza, i panorami che si rispecchiano sul lago di Garda e sul fiume Mincio: un parco bici, assistenza tecnica e un riferimento esperto e affidabile dall’inizio alla fine della propria vacanza. Fabio, già cicloturista e amatore delle due ruote, dopo il corso di perfezionamento professionale all’Università di Verona di Promotore della Mobilità Ciclistica, ha dato vita a questa attività che coniuga l’aspetto sportivo con quello promozionale.