Settembre sinonimo di festival diffuso della bici: si sono messe “a pedalare” sia Milano che Padova.

Seconda edizione per “Milano Bike City”, dal 14 al 22 settembre: saranno proposti eventi da associazioni, aziende, gruppi informali e singoli, tutti appuntamenti per ciclisti ma anche per chi ancora non va in bici o ci va troppo poco. Durante il fine settimana conclusivo si svolgerà anche la granfondo Dj100: Linus e Radio Deejay saranno ancora una volta in prima fila per la promozione del ciclismo. La “granfondo di Milano” sarà caratterizzata da un percorso estremamente sfidante nel quale si possono però cimentare tutti.
Milano, con gli oltre duecento chilometri di percorsi ciclabili su strada e nelle aree verdi e i cinquecentomila metri quadrati di Zone 30, è una città che si presta benissimo all’utilizzo della bicicletta, che è in continua crescita, come confermano i quattro milioni all’anno di utilizzi BikeMi: queste le indicazioni fornite dal Comune di Milano promotore dell’iniziativa che ha ancora una volta l’obiettivo di allargare la platea, andare a parlare e coinvolgere tutti coloro che sono al momento lontani dalla bici.
Sul sito di Milano Bike City si possono fin da subito candidare i propri eventi: chiunque può partecipare, dall’associazione di quartiere che vuole proporre una pedalata al negozio che ha pensato ad un aperitivo con sconti per chi arriva in bici e anche al singolo che ha un’idea bella per le bici a Milano e la vuole presentare.
Anche quest’anno “Milano Bike City” si svolge in coincidenza con la “European mobility week” (16-22 settembre) che per questa edizione ha come tema il sostegno a pedoni e ciclisti, avendo identificato nell’andare a piedi e in bicicletta i modi migliori per muoversi in città.
Verrà riproposto il premio della ciclabilità che andrà a sostenere un progetto particolarmente meritevole per l’impatto che può avere sul miglioramento della mobilità urbana.

L’edizione 2018 di Milano Bike City ha visto oltre 60 realtà diverse proporre e organizzare più di 140 eventi: in totale ci sono stati ventimila partecipanti, mentre più di 280mila persone sono state raggiunte sui canali digitali. Al termine dell’edizione 2018 è stato erogato un questionario a tutti gli organizzatori: il 95% ha risposto dicendo di essere soddisfatto dei risultati.
Come a Milano anche altre città hanno proposto i festival diffuso della bici, da Bologna a Padova con un unico concetto comune e un nuovo modo di sostenere la mobilità ciclistica, basato sulla conoscenza e sulla condivisione di esperienze.

Copia e incolla per Padova che propone dal 16 al 22 settembre propone la prima edizione di “Padova Bike city”. In programmma ci saranno pedalate all’alba, incontri per appassionati di bici storiche, presentazioni di libri, spettacoli, giri alla scoperta delle bellezze nascoste della città, e molto altro.

Sul sito www.padovabikecity.it chiunque può candidare i propri eventi. Ma non sarà solo promozione dell’uso della bicicletta, ma si punterà l’attenzione anche sui temi dell’ambiente. E domenica 22 settembre tutti nelle piazze del centro storico trasformate in un grande “villaggio delle biciclette” con stand, esposizioni, incontri, gare, musica e workshop.