Ciclismo in rosa, non sarebbe poi tanto una novità se non che sono state in 200 a partecipare alla prima gara donne nel deserto degli Emirati Arabi al Dubai Sport Council. Duecento cicliste provenienti da diversi Paesi del mondo, ma la maggior parte di esse dagli Emirati Arabi Uniti. E’ stata una vera e propria festa la prima gara ciclistica femminile degli Eau che si è svolta nella riserva naturale del deserto di Al Marmoon. La gara è stata organizzata Dubai Sports Council per lanciare il ciclismo femminile e promuovere le aspirazioni delle donne emiratine e della regione della Penisola Arabica in campo sportivo. La gara si è svolta sul circuito ciclistico di Al Qudra, una lunga e articolata striscia di asfalto nel deserto dove si sono sfidate cicliste professioniste e amatoriali, tutte insieme per dare un segnale di parità nello sport anche negli Emirati. Le partecipanti potevano scegliere tra il percorso più professionale da 50 chilometri nel deserto, quello da 20 chilometri e quello da 10 km, riservato alle cicliste sotto i 13 anni. Gli organizzatori hanno inoltre organizzato un workshop per le partecipanti amatoriali, spiegando come scegliere la giusta bicicletta, le regole della gara e la preparazione ideale dal punto di vista della nutrizione e dell’idratazione per la competizione.

Non perderti questo:   La strada è dei bambini: a Berlino la strada del gioco