La ciclopolitana e le citybike a pedalata assistita per i dipendenti delle aziende locali hanno convinto la giuria ad assegnare a Pescara l’Urban Award 2019 premio per la mobilità sostenibile, ideato da Viagginbici.com e promosso da Anci, Openjobmetis e Fondazione Iseni Y Nervi. Il premio è stato consegnato a Milano, nell’ambito di EICMA, Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo. Secondo e terzo premio rispettivamente a Fiumicino e Grisignano di Zocco (Vi) e una menzione speciale al Comune di Bari. A premiare i Comuni vincitori, oltre a Ludovica Casellati, erano presenti l’ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, il presidente di Anci Antonio De Caro, l’AD di Openjobmetis Rosario Rasizza, il presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni, il Presidente di Eicma Andrea Dell’Orto.


Cos’è l’Urban Award

L’Urban Award è il premio per la mobilità sostenibile ideato da Ludovica Casellati, direttore di Viagginbici.com e founder della collezione Luxury Bike Hotels. Comuni sempre più green, questa la parola d’ordine. L’Urban Award, questa è la terza edizione, si propone di far conoscere le realtà più virtuose, i progetti ideati e messi in pratica dalle amministrazioni comunali per trasformare le città in un’ottica più green. Tante e diverse le progettualità inviate, tutte corredate da una documentazione scrupolosa, con immagini e video.


I vincitori

Unanime il giudizio della giuria nel decretare vincitore della terza edizione di Urban Award il Comune di Pescara con il progetto PESOS, Pescara SOSTenibile, che propone iniziative ed incentivi per coloro che si recano al lavoro in bicicletta. Il Comune promuove forme di trasporto alternative all’auto privata, dalla mobilità condivisa, al trasporto pubblico, alla ciclabilità. A colpire favorevolmente la giuria il progetto bike trial: i dipendenti delle aziende che aderiscono al progetto possono utilizzare per un mese una delle 140 city bike o bici pieghevoli, entrambe a pedalata assistita, messe a disposizione gratuitamente dal Comune. Il Comune di Pescara, in quanto vincitore del primo premio, avrà la possibilità di ospitare un viaggio stampa organizzato da Urban Award, che consentirà l’ampia promozione ai media del progetto di mobilità sostenibile premiato.
Diverse le iniziative messe in atto da Fiumicino per rendere sempre più green il Comune e che gli hanno permesso di ottenere il secondo premio. L’amministrazione ha promosso la realizzazione di 25 km di piste ciclabili, 22 stazioni di ricarica elettrica per le auto, stazioni di ricarica e – bike – sharing, sostituzione di oltre 90mila punti luce urbani con lampioni Led e pannelli fotovoltaici sulle coperture degli edifici scolastici. Un’azione puntuale, pratica e mirata, che vuole essere solo l’inizio di una progettualità che cerca di migliorare la qualità della vita dei cittadini nel rispetto per l’ambiente.
Grisignano di Zocco, in provincia di Vicenza, si è classificato al terzo posto con la realizzazione di 8 km di ciclovia, con annessa ippovia all’interno del progetto della Regione Veneto Green Tour Verde in Movimento. Di notevole interesse il progetto LavoroInbici 2019, che prevede un contributo di 0,25 euro al chilometro per i lavoratori che partono o arrivano a Grisignano per lavoro. Hanno inoltre favorevolmente colpito la giuria le innovative e divertenti iniziative per sensibilizzare i cittadini, dal Ciclo concorso VI B, con una app che misura i km percorsi e la Co2 risparmiata da studenti e lavoratori che si rechino in provincia per studio o lavoro e il Concerto a pedali con musicisti pedalatori e il pubblico che viene chiamato a pedalare.
Dei bike – voucher per favorire gli spostamenti in bicicletta in città e promuovere uno stile di vita più sano oltre a limitare il traffico cittadino. Ha ricevuto la menzione speciale della Giuria, il Comune di Bari ha promosso degli incentivi per l’acquisto di biciclette tradizionali o elettriche per uso urbano e non sportivo. Il progetto è stato affiancato anche da un programma sperimentale dell’amministrazione, che prevede un rimborso chilometrico per le distanze percorse in bicicletta, che varia a seconda del tragitto e della tipologia di bicicletta utilizzata e dei premi mensili per coloro che hanno percorso più chilometri.

Non perderti questo:   All routes lead to Rome, dall'1 al 17 novembre


Le dichiarazioni

“Una città ideale dovrebbe dividere gli spazi dei trasporti in tre: un terzo per i mezzi privati, un terzo per il trasporto collettivo, un terzo per la mobilità ciclopedonale. – ha detto Antonio Decaro, presidente Anci – I Comuni, in modo lungimirante, da tempo investono i loro sforzi nel rendere più conveniente per i loro cittadini utilizzare mezzi alternativi all’auto privata. Hanno almeno tre validissime ragioni per farlo: contribuire alla difesa dell’ambiente, tutelare la sicurezza degli utenti più deboli della strada, ciclisti, pedoni, bambini, anziani, rendere più vivibili e attrattivi gli spazi urbani. Seguo da molti anni, fin da quando collaboravo al gruppo di lavoro degli assessori al ramo, le iniziative dei diversi Comuni in materia di mobilità sostenibile. Le tante candidature al premio di oggi dimostrano quanto gli amministratori locali siano prolifici e creativi al riguardo. E io sono molto contento di premiare le iniziative di Pescara, Fiumicino e Grisignano. Altrettanto sono onorato che una menzione speciale vada anche al mio Comune”.
“I Comuni italiani iniziano a crederci, hanno capito che la mobilità sostenibile è l’unica strada percorribile – ha sottolineato il presidente della giuria Ludovica Casellati. – L’obiettivo di Urban Award è quello di innescare una gara virtuosa tra i Comuni affinché investano sulla mobilità sostenibile come le città premiate. Tante le idee nuove, particolari e curiose arrivate a questa edizione di Urban. La ciclopolitana di Pescara è perfettamente in linea con il premio, perché riproducibile in altre realtà; divertenti e innovative le idee di Grisignano per sensibilizzare i cittadini alla mobilità dolce; importanti gli incentivi all’acquisto di biciclette anche elettriche della città di Bari”.
“Sono stati davvero numerosi e interessanti i progetti raccolti a dimostrazione dell’attenzione sempre maggiore che i Comuni italiani riservano al tema della mobilità sostenibile – afferma Rosario Rasizza, AD di Openjobmetis SpA – Un tema che, occupandoci di lavoro, sentiamo molto vicino e che viviamo quotidianamente raffrontandoci con lavoratori e aziende. Non posso che essere onorato di partecipare a questa edizione di Urban Award e di avere l’opportunità di premiare quei Comuni che si sono distinti per creatività e impegno sociale”.
“Sono felice di premiare il Sindaco Antonio Decaro per le politiche che da anni sta portando avanti nella sua città per favorire lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile – dichiara Fabrizio Iseni, Presidente della Fondazione Iseni Y Nervi – e ha anche dimostrato l’efficacia dell’Urban Award poiché lo scorso anno ha premiato gli incentivi chilometrici per il casa lavoro e poi li ha importati nella sua città”.

Credits Guido Rubino