Milano. Viagginbici.com in onda su Tgcom24 (sabato 25 gennaio ore 16.30 sul Canale 51 digitale terrestre)

MEDIASET PARLA DI CICLOTURISMO

PRESENTANDO IL MAGAZINE ONLINE

VIAGGINBICI.COM

Ludovica Casellati: “14 milioni gli italiani usano regolarmente la bicicletta. Un trend in crescita che va incentivato per promuovere uno stile di vita sano e un turismo sempre più sostenibile”.
Viagginbici.com – Il magazine del turismo sostenibile
Viagginbici.com è una testata giornalistica on line, che si prefigge l’obiettivo di promuovere l’uso della bicicletta, informando e stuzzicando anche chi non ha mai pensato di prendere in considerazione le proprie gambe come mezzo di trasporto. Viagginbici.com, uno dei pochi portali italiani interamente dedicati al cicloturismo e alla bicicletta, contiene articoli di carattere generale su percorsi ciclabili in mezzo alla natura, oppure percorribili in barca o in treno, su piste belle e facili adatte a tutta la famiglia o su percorsi in città. Ci sono anche indicazioni di sentieri più impegnativi da percorrere in mountain bike. Il sito/magazine www.viagginbici.com contiene racconti di esperienze dirette che entrano nel dettaglio, descrivendo tutto ciò che è possibile vedere e gustare lungo il percorso.

Viagginbici.com offre anche spunti per organizzare una vacanza che avrà come “motore” la curiosità e le gambe; ecco perché può essere definito “Il Magazine del turismo sostenibile”. Lo scopo è quello di invogliare sempre più persone e famiglie a prendere in considerazione la bicicletta per il fine settimana e le vacanze. L’ambizione è contribuire attraverso stimoli continui a diffondere la cultura della bicicletta anche in Italia, come best practice e quindi come sano approccio alla vita e alle cose di tutti i giorni.

 

BIKENOMICS – Il futuro

“Parlare di bicicletta oggi non è più un argomento legato allo sport, ma allo stile di vita, allo sviluppo futuro delle città, alla salute, al risparmio- dice Ludovica Casellati direttore responsabile del Magazine- per questo si tende a parlare di bikenomics, (crasi tra bike e economics) perché l’incidenza economica della bicicletta nella società in cui viviamo è oramai evidente”.

a) L’Italia è uno dei paesi leader nella produzione di biciclette 25 mln anno

b) In Italia la vendita di biciclette ha superato quella delle automobili segno di una forte tendenza verso questo mezzo.

c) Gli italiani che usano almeno 3,4 volte a settimana la bicicletta sono 5 milioni: Sono triplicati negli ultimi anni.

d) Il beneficio economico generato in Europa dall’uso della bicicletta è di 200 bn euro

Sono 94 bn di km  quelli percorsi da tutti i ciclisti in Europa

e) L’impatto sul sistema sanitario a livello europeo è di 110 bn euro risparmiati l’anno

 

f) La voce turismo e industria della bicicletta messe assieme raggiungono dai 205 ai 220 bn euro l’anno

 

Chi è il Cicloturista? – Sapere per promuovere

MIDDLE CLASS (manager, funzionari, insegnanti, dipendenti P.A.)

Esistono tre tipologie di ciclisti:

1)           quelli per i quali è uno sport e utilizzano la bici da corsa

2)           quelli che amano la natura e cercano percorsi da fare ovunque su ciclabili o strade bianche anche in mtb

3)           quelli che pensano di utilizzare la bicicletta (city bike) per visitare città d’arte o località turistiche.

 

I DATI DIMOSTRANO CHE LA SPESA MEDIA GIORNALIERA DEL CICLOTURISTA E’ PIU’ ALTA DI UN TURISTA QUALSIASI.

Andare in bicicletta, comunque sia, incide positivamente:

a)           sulla salute

b)           sulla diminuzione dell’inquinamento

c)           sul risparmio e il reinvestimento (risparmio benzina investo in ristorante, shopping)

d)           riduzione costi manutenzione strade

e)           creazione green jobs

 

Ritorno dei giovani al green style – Cosa fa tendenza

Tre giovani su quattro vorrebbero cambiare lavoro, o impiegarsi in agricoltura, gestendo un agriturismo. Lo rivela una recente indagine condotta da Coldiretti e Swg che mette in luce come in tempi di crisi del lavoro sia la campagna ad attirare i più giovani. Una vera rivoluzione culturale, confermata anche dai risultati secondo i quali il 54% dei giovani oggi preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale (21%) o fare l’impiegato in banca (13 per cento).

 

Tutti questi dati messi assieme delineano un quadro di potenzialità in Italia incredibili rispetto al cicloturismo sia per il dato sempre crescente di persone che usano la bicicletta(14mln almeno 1 volta) sia per i percorsi esistenti, in fieri e realizzabili.

 Comunicato stampa in formato pdf 

Per informazioni: Ludovica Casellati  – www.viagginbici.com – e-mail redazione@viagginbici.com.