Partiamo da qui, da un sito che vi può offrire tutte le informazioni che cercate se la meta per le prossime vacanze vuole essere il salisburghese: www.salisburghese.com.

Un luogo per i ciclisti

7.000 chilometri di piste ciclabili e itinerari per mountain bike ben segnalati, numerosissimi trail, percorsi ad anello e itinerari cicloturistici. Prima fra tutte la Ciclovia Alpe Adria Radweg (www.alpeadriaradweg.com), che da Salisburgo si spinge fino al mare Adriatico, oppure la ciclabile dei Tauri (“Tauernradweg”) che si snoda lungo il fiume Salzach da Krimml fino alla città di Mozart, ma ci sono anche altri percorsi cicloturistici “a tema”. Sono 84 gli alberghi che espongono il marchio “Rad & Bikehotel”, e per chi viaggia in bicicletta elettrica ci sono sedici zone turistiche per e-bike.
Quattro bikepark e percorsi per mountain bike che arrivano anche “in alto” percorrendo una rete di tracciati che si estende attraverso boschi, foreste e prati. Ci sono percorsi per ogni gusto, dal principiante al freerider e al downhiller. Si può cominciare dalle tranquille escursioni in bicicletta di malga in malga per arrivare alle uscite di più giorni lungo insidiosi trail. Tra gli appuntamenti da “vedere” la Coppa del Mondo “UCI Mountainbike World Cup” che a giugno richiamerà a Saalfelden Leogang l’elite sportiva mondiale della mountain bike.
www.rad.salzburgerland.com, www.rennrad.salzburgerland.com
Nel Lungau, parco della biosfera UNESCO, la rete di percorsi per mountain bike è lunga 450 chilometri e comprende 15 itinerari di diversi livelli di difficoltà che si spingono nelle valli laterali. Tra essi spicca “Lungau Extrem” che collega le valli sviluppandosi per 158 chilometri con 7.172 metri di dislivello, da affrontare mediamente in quattro tappe. Tra i migliori trail delle Alpi si annoverano la “Big-5-Bike-Challenge” tra Saalbach Hinterglemm e Leogang, e il “Nine-Knights-Trail” nella Wildkogel-Arena a Neukir-chen. www.bike.salzburgerland.com
Per gli amanti del ciclismo su strada Salzkammergut comprende sei fantastiche destinazioni tra cui i laghi Wolfgangsee e Fuschlsee (Salzburger Seenland) ed Eugendorf-Bergheim e 20 itinerari che passano attraverso la parte settentrionale della zona e la regione del Dachstein-Salzkammergut.
Il colle Gaisberg a Salisburgo, il Buchberg a Mattsee e l’Högl ad Anger (Baviera) costituiscono i tre principali rilievi del nuovo itinerario circolare transfrontaliero “slow bike” di 164 km. Appositamente concepito per gli amanti della bici elettrica, questo percorso ciclabile si snoda in quattro tappe intorno al bacino di Salisburgo. Lungo il percorso si trovano nove punti noleggio per bici elettriche “movelo” e otto stazioni di ricarica. Circa 50 pannelli tematici forniscono informazioni sulle numerose attrazioni turistiche e sulle particolarità storico culturali, naturalistiche e geologiche. Il nuovo itinerario ad anello parte dalla città di Salisburgo e attraversa i comuni di Elsbethen, Anif, Grödig, Wals, Grossgmain, Bayerisch Gmain, Bad Reichenhall, Ainring, Piding, Anger, Teisendorf, Petting, Laufen, Oberndorf, Göming, Nussdorf, Berndorf, Perwang, Seeham, Mattsee, Seekirchen, Eugendorf e Hallwang. www.slow-bike-tour.com

Estate: cosa fare nel Salisburghese

Qualche flash del salisburghese tra rifugi d’alpeggio, cultura, una birra dopo una lunga pedalata, la gita in barca al tramonto, un festival musicale famoso. Un giorno la bici, un giorno una passeggiata, oppure con la due ruote fin su in malga. Nel Salisburghese ci sono 1.800 malghe utilizzate e gestite per l’alpeggio del bestiame. 550 rifugi, di cui 175 certificati “Almsommer” (Estate alla Malga), dove rifocillarsi e assaggiare la cucina tradizionale di produzione propria. Chi lo desidera può cimentarsi nella preparazione del formaggio o dormire nel letto di fieno. Si può partire più giorni alla scoperta dei diversi laghi alpini, oppure passare di malga in malga lungo il Sentiero delle Malghe Salisburghesi “Salzburger Almenweg”. Se volete trovare sistemazione nel fondovalle, sono 106 le strutture alberghiere certificate “Almsommer” (hotel, alberghi e pensioni).  https://www.salzburgerland.com/it/almsommer-estate-alla-malga-vacanze-in-montagna-fra-baite-e-rifugi/

Non perderti questo:   Zante in bici? Un'idea possibile.

Dove mangiare

Nata nel 2009, la Via Culinaria accompagna gli appassionati di gastronomia attraverso il Salisburghese, lungo nove vie del gusto tematiche. La più giovane di queste vie è la Via del gusto per bio-buongustai, dedicata a un tema caro al Salisburghese, che in fatto di biologico ha assunto da tempo un ruolo d’avanguardia nell’area di lingua tedesca. Sono quasi 300 gli indirizzi gastronomici selezionati nel salisburghese. La Via Culinaria indica la strada verso i più caratteristici “gasthof” (trattorie), gourmet, innovativi produttori gastronomici e tipici rifugi. Qui si possono conoscere i sapori regionali grazie anche ad una collaborazione fra i produttori della zona e i ristoratori od operatori gastronomici. https://www.salzburgerland.com/it/via-culinaria/

Cosa visitare

Il centro di Salisburgo è un gioiello barocco incluso nel patrimonio mondiale UNESCO ormai da 20 anni. L’offerta culturale della città di Mozart vanta oltre 4.000 eventi l’anno, ed è completata dal Festival di Salisburgo (dal 20 luglio al 31 agosto), di fama mondiale. Ogni anno sono circa 300.000 i turisti che vogliono visitare i luoghi originali dove è stato girato il film hollywoodiano “The Sound of Music” (“Tutti insieme appassionatamente”) sulle rive del lago di Leopoldskron, nel parco del castello di Hellbrunn, davanti al convento di Nonnberg o il nuovo sentiero “Sound of Music-Trail” a Werfenweng. Sono 15.000 mq di arte e storia quelli del Salzburger DomQuartier: nel centro storico di Salisburgo, questo era un tempo il centro del potere dei principi vescovi. Qui sono oltre 2.000 gli oggetti esposti. https://www.domquartier.at/it

Da non dimenticare

– La tessera tutto incluso. Con la SalzburgerLand Card l’ingresso è gratuito in oltre 190 attrazioni turistiche e piscine, oltre a corse in funivia e mezzi di trasporto pubblici. https://www.salzburgerland.com/it/sono-abbastanza-190-attrazioni-per-soddisfare-i-desideri-di-tutti-i-visitatori-del-salisburghese/
– Per chi ha bambini. Fra le strutture specializzate nell’accoglienza alle famiglie ci sono in primo luogo i 24 Family SalzburgerLand Hotel, con camere familiari, servizio baby sitter, occasioni per lo sport e il movimento. https://www.salzburgerland.com/it/vacanze-a-prova-di-bambino/
Da visitare e provare. Le grotte ghiacciate Eisriesenwelt a Werfen, il castello di Hohenwerfen, la strada panoramica alpina del Grossglockner, la gola Liechtensteinklamm e le cascate di Krimml. Il volo a valle con la carrucola Flying Fox, le escursioni nel parco nazionale con i guardaparco, il torrentismo nelle gole.
Salute e benessere. Ci sono 333 fattorie agrituristiche certificate che si sono specializzate nell’ospitalità per neonati e bambini, nella salute, nei prodotti biologici, nelle erbe curative e selvatiche o nelle vacanze a cavallo. https://urlaub.salzburgerland.com/it/vacanze-estive
Il progetto “Salisburghese regione alpina della salute” presenta una gran varietà di offerte di trattamenti medici e disturbi da stress. www.gesundes.salz-burgerland.com
– Ecosostenibilità. Negli alberghi e nelle strutture ricettive che aderiscono al marchio “BioParadies SalzburgerLand” si dedica particolare attenzione all’alimentazione biologica e a uno stile di vita ecologico. Si chiama shinrinyoku e arriva dal Giappone, ed è il nuovo trend per gli amanti della natura che prevede una rigenerante immersione nelle foreste per assimilarne tutti i benefici in un ambiente puro e incontaminato.
Come arrivare. Roma, Firenze, Bologna, Milano, Brescia e Verona: ci sono partenze giornaliere dalle più importanti stazioni italiane . www.obb-italia.com, www.trenitalia.it.

Per maggiori informazioni