E’ iniziato l’Autunno e un affascinante percorso in bicicletta, che ne racconta i colori può essere attorno al lago di Varese. E’ un itinerario perlopiù pianeggiante di 27 Km,  che si snoda quasi esclusivamente sulla pista ciclabile che circonda l’intero perimetro del lago. Da Milano, è possibile raggiungerlo, dopo aver percorso l’autostrada dei Laghi in direzione Varese, e seguendo le indicazioni per Azzate-Buguggiate o utilizzando il treno.

Senza titolo

Lago di Varese

 Il percorso è molto suggestivo e vario in quanto si attraversano  prati e boschi, con il lago a fianco e a fare da cornice le Prealpi e le Alpi. Lungo il tracciato, per buona parte soleggiato, sono distribuite una decina di fontanelle visibili e segnalate. Cosa non da poco che spesso è sottovalutata ma invece ha un’importanza strategica.

SI PARTE DAL SANTUARIO DELLA MADONNA

 Il tragitto periplo lo proponiamo  in senso orario perchè è più agevole e consente di arrivare nei luoghi di ristoro (Gavirate e Schiranna) dopo aver percorso almeno meta’ dell’itinerario complessivo.

Inforcate le bici, dopo qualche centinaio di metri, sulla sinistra è possibile visitare il Santuario della Madonna del Lago. Dopo un paio di Km si giunge in abitato di Bodio Lomnago. Da non perdere il porticciolo recentemente ristrutturato da cui si gode la bella vista del lago, sovrastato dal gruppo del monte Rosa e dal campo dei Fiori di Varese.

Proseguendo si incontra il paese di Cazzago Brabbia, noto per la presenza delle interessanti “ghiacciaie” ove nel passato di stivava il ghiaccio invernale per conservare il pesce pescato nei mesi caldi.

lago varese

Dopo 9 km dalla partenza sulla sinistra, in prossimità del  campo sportivo di Cassinetta di Biandronno incrociamo la pista ciclabile per il lago di Comabbio, raggiungibile in 4,5 km.

Ancora un paio di km e si giunge al molo di Biandronno, da cui (chiamando il numero indicato su un cartello) ci si imbarca per l’unica isola del lago, denominata Virginia,  nota per il museo palafitticolo. Si riprende a pedalare sino a giungere al lido di Gavirate. Siamo così giunti a più di metà del percorso.

Continuando, usciti dall’abitato di Gavirate, con una deviazione a sinistra della pista si può visitare l’interessate e bel chiostro Benedettino del  XII Secolo di Voltorre. Tornati sulla pista principale si prosegue quindi  attraverso Calcinate del Pesce per poi giungere, nei pressi dell’aereoporto di volo a vela, ad un ultimo piccolo tratto di pista (dopo 23 Km dalla partenza) per arrivare alla Schiranna. Dopo circa 4 Km si arriva al punto di partenza.

INFORMAZIONI UTILI

La ciclopedonale si sviluppa su asfalto, cemento e, per un breve tratto, su terra ben battuta e pedalabile. E’ opportuno l’utilizzo della mountain bike o una bicicletta con copertoni dalla grossa sezione perché il fondo presenta delle irregolarità. Nel periodo estivo sono consigliabili le ore fresche ed attrezzarsi per proteggersi dai moscerini e dalle zanzare. Adatto a tutti, anche a famiglie con bambini essendo per la maggior parte pianeggiante.

Da Milano, è possibile raggiungere LA CICLABILE, dopo aver percorso l’autostrada dei Laghi in direzione Varese, e seguendo le indicazioni per Azzate-Buguggiate o utilizzando il treno.

LE STAZIONI FERROVIARIE più opportune per raggiungere la pista ciclabile del Lago di Varese sono:
Stazione Ferrovie Nord di Varese Centro,
Stazione Ferrovie dello Stato di Varese Centro,
Stazione Ferrovie Nord di Varese Casbeno,
Stazione Ferrovie Nord di Gavirate,
Stazione Ferrovie dello Stato di Travedona-Biandronno.

Giordano Roverato