Usare la bici a Parigi? Sempre più facile e possibile. Negli ultimi anni le piste ciclabili sono aumentate, il bike sharing è ben tenuto e di facile utilizzo e le agenzie che organizzano bike tours sono in aumento. Per il nostro viaggio nella città della torre Eiffel non potevo non scegliere un mini bike tour con tutta la famiglia per riscoprire una parte che ho sempre adorato, il Marais: è il 3rd arrondissement, sulla riva destra della Senna, quello delimitato dall’Hôtel de ville a ovest, dalla Senna a sud, da piazza della Bastiglia a est e da piazza della Repubblica a nord.
Il mio bike tour nel Marais è cominciato dal Beaubourg, il centro nazionale d’arte e cultura più famoso della città, non tanto per le sue opere (ammetto di non esserci entrata) quanto per la sua particolare struttura realizzata da Renzo Piano.
Questa volta ho scelto l’agenzia turistica Paris Bike tour in rue Brantome, proprio vicino il museo e nel cuore dell’attività artistica e giovanile di questo quartiere. Infatti le guide che accompagnano i turisti-ciclisti sono tutte giovani e parlano inglese, dunque nessun problema.

Le bici sono comode, dotate di cestino, seggiolino se serve, caschetto e mappa della città. Noi abbiamo scelto di visitare questa parte della ville ma l’agenzia offre davvero tanti tour strutturati e c’è l’imbarazzo della scelta.
Metà giornata, se siete in famiglia e volete fare le cose con calma può bastare, almeno per iniziare. Si parte dalla famosa fontana del Beaubourg per poi pedalare verso l’ l’Hôtel de Sens, il Village St Paul (molto particolare), Place des Vosges la famosa piazza quadrata che racchiude le più vecchie case di Parigi è un vero giardino da mille e una notte.

Non perderti questo:   Pedalando per Francoforte gli itinerari in bici in città e nei dintorni

Da qui in poi, il Marais, è uno spettacolo fatto di vita brulicante e negozietti vintage. Se siete in giro per pranzo non potete non fare tappa al locale Les Philosophes o al mercato Des Enfants Rouges dove noi abbiamo fatto sosta per un caffè e un giro nel mercato di frutta e verdura.
Da qui in poi siamo risaliti verso la Senna per percorrere il lungo fiume e grazie a una nuova pista ciclabile ammirare il Pont-Neuf, l’ Ile de la Cité, Notre-Dame.
Vi consiglio, in ogni caso, di fare più tour se volete scoprire meglio ogni quartiere. Tutto in un solo giorno è davvero stancante. Attenzione sempre agli autisti, abituati alle bici ma poco tolleranti!

Dove dormire?
Un’ottima combinazione tra prezzo e location è l’hotel de la Seine a Saint Germain des Pres. La zona pedonale è favolosa e sarete vicini a tutto in poco tempo. Ovviamente la colazione, negli hotel francesi, non è quasi mai compresa nel prezzo e io vi consiglio, se avete anche bimbi, di uscire dall’albergo e fare tappa da Paul’s ad appena cinque metri: dolci e pane davvero speciali! In questo piccolo angolo pedonale sono tanti posticini in cui mangiare come ad esempio da Rosa, un piatto di formaggio e un calice di vino non ve li toglie nessuno.