L’Adler Spa Resort Thermae Bagno Vignoni, della collezione LBH (Luxury Bike Hotels) è uno di quei luoghi magici che ti riempiono il cuore con le coccole e l’atmosfera speciale. Cosa ci piace? Tante cose, ma vi segnaliamo il ristorante gourmet con serate speciali e grigliate, la terme direttamente in hotel con centro benessere e centro medico, il programma settimanale di escursioni guidate in bici, la stanza-garage privato riservato per le biciclette degli ospiti, il noleggio gratuito e-bikes e mountain bikes, ma anche il noleggio a pagamento di bici da corsa e bici gravel, il team di esperti medici e il laboratorio di analisi interno per programmi personalizzati e su misura.


La struttura

L’Adler Spa Resort Thermae offre la sistemazione ideale per chi vuole abbinare al proprio programma di escursioni ciclistiche in Toscana, momenti rigeneranti alle terme e percorsi di salute e benessere. Le piscine interne all’hotel sono alimentate dalla benefica acqua termale di Bagno Vignoni, rinomata per i suoi effetti benefici su pelle, muscoli e struttura osseo-articolare. Al centro benessere si può accedere liberamente a cinque tipologie di saune (bio-sauna, bagno turco, caldarium alle erbe toscane, sauna al vapore salino, sauna panoramica con vasca kneipp) e a diverse zone relax. L’Adler offre anche assistenza medica professionale con possibilità di effettuare trattamenti di riabilitazione e controlli di salute approfonditi grazie al laboratorio analisi presente direttamente in struttura. Giusto per il palato e per la vista: piatti sani e genuini si possono gustare nel ristorante panoramico offre ogni giorno una selezione diversa di piatti gourmet, tutti preparati dagli chef con ingredienti freschi, della migliore qualità e a km zero. Infatti l’Adler produce direttamente in casa dolci e pasticceria, gelati, il pane e le focacce con la farina biologica della val d’Orcia; nella vicina cantina di proprietà dell’azienda si possono fare degustazioni di vino ed olio a soli due passi dalle vigne.


Percorsi per tutte le biciclette

Volete un po’ sognare di viaggiare in queste terre con la vostra bici? Vi proponiamo tre percorsi in zona di difficoltà medio – difficile.
Per bici da corsa “La terra del Brunello”, 50 km e circa 3 ore e mezzo di viaggio con partenza da Bagno Vignoni inizialmente in direzione Castiglione d’Orcia; dopo un’iniziale salita a Castiglione una tortuosa ma bellissima discesa panoramica conduce nei territori dove si produce uno dei più celebri vini italiani, il Brunello di Montalcino. Qui merita una visita il suggestivo borgo. E’ possibile effettuare una piccola variante di un chilometro a Castelnuovo dell’Abate, per visitare la suggestiva Abbazia di Sant’Antimo, immersa tra uliveti e vigneti. Scesi a Torrenieri, per evitare la SS Cassia, si suggerisce di raggiungere l’abitato di Torrenieri e proseguire a destra verso la vecchia strada Cassia per un giro leggermente più lungo ma decisamente più panoramico e libero da auto. Alla fine del tour merita una sosta il borgo di San Quirico d’Orcia.
Per mtb ed e-bike “Profumi e colori della Val d’Orcia”, 43 km con 822 metri di dislivello, percorrenza tra le 3 – 4 ore e mezzo. Un bellissimo itinerario prevalentemente naturalistico che permette di scoprire gli angoli più nascosti della Val d’Orcia, Patrimonio dell’UNESCO. Si pedala partendo da Bagno Vignoni, in direzione Pienza, immersi nei più bei colori di questo territorio, che cambiano a seconda della stagione. Sono possibili su questo itinerario brevi deviazioni per visitare anche gli affascinanti borghi di Monticchiello e Pienza, quest’ultimo, famosa città medievale fondata da Papa Pio II e perla del Rinascimento. Non sono previste grandi salite ma è un percorso con frequenti sali – scendi.
Per le gravel 65 km e 1.205 km di dislivello sul percorso “Viva la gravel”, durata 4 ore e mezzo. La gravel è il tipo di bicicletta perfetta nei territori della Val d’Orcia, per un mix bellissimo di strade bianche e asfalto con poco traffico motorizzato. Questo itinerario porterà fino a Montepulciano, patria del Vino Nobile e famosa per le sue bellezze paesaggistiche ed architettoniche. Dopo Montepulciano si passa per Petroio, importante centro per la produzione di terracotta, passando per i più bei giardini di oliveti della zona. Infine, l’ultima impegnativa salita fa scoprire il fortilizio di Vignoni, vero balcone su tutta la Val d’Orcia e il Monte Amiata.