La Giornata Internazionale della Famiglia si celebra ogni anno il 15 maggio. Una data entrata da poco, però, a far parte della tradizione delle nostre ricorrenze. L’edizione 2020, per così dire, la ricorderemo certamente come unica nel suo genere ma non per questo meno ambiziosa di nuovi progetti per il futuro. E noi di Viagginbici.com nel futuro ci crediamo davvero pensando a tutte quelle famiglie che prima o poi torneranno a pedalare. In questo senso vogliamo regalarvi tre itinerari bike family friendly da fare con i propri bimbi nella bella stagione.
La prima è ciclabile della Versilia denominata anche la ciclabile più balneare d’Italia, completamente in riva al mare. Non solo gode di una vista unica ma è completamente pianeggiante con possibilità continue di soste. Se pedalata interamente si tratta di 28 chilometri da Viareggio a Marina di Massa, in direzione nord. Dopo 3 km da Viareggio si arriva a Lido di Camaiore, per poi trovare Pietrasanta e Forte dei Marmi. Ovviamente a Forte una sosta gelato è d’obbligo. Per poi ripartire in direzione Marina di Massa dove si incontra il parco giochi Gomma Piuma per la gioia dei ciclisti più piccoli.


Immersa nella natura umbra la ciclabile da Trevi a Spoleto. Un itinerario che sfrutta il corso del torrente Marroggia. Si tratta di un tracciato privo di traffico e pianeggiante. Dunque adatto a tutti. Si parte dalla stazione di Trevi in direzione Spoleto. Il primo tratto non è su pista ma dopo qualche chilometro si imbocca la ciclabile che costeggia il torrente. Sul tragitto si incontra il castello di Pissignano nel cuore del gioiello naturalistico de Le Fonti di Clitunno, un insieme di fonti già famosa nell’epoca romana. Si prosegue poi per altri 11 km fino a San Venanzo alle porte di Spoleto.
Per una pedalata in relax, un’ottima idea è quella del Parco Nazionale del Circeo tra laghi, dune e spiagge. Un tour dal sapore marino ma non solo. Si parte da Sabaudia e dopo qualche km su strade di città sempre immersi tra pini marittimi ed eucalipti si arriva a costeggiare la Riserva Pantani dell’Inferno, con scorci sul lago di Caproluce. Da qui in poi costeggiando Rio Martino si arriva dalla campagna laziale al mare, tra dune e spiagge libere fino a Sabaudia dove vedrete i pannelli illustrativi del parco. Qui a Sabaudia vi aspettano 15 km di spiagge spaziose incorniciate da dune ricche di vegetazione, perfette per i bimbi.