Bonus o non bonus, la bicicletta sembra essere l’oggetto del desiderio del momento, che faccia tendenza o che si sia capito quanto faccia bene andare sulla due ruote il fatto è che le vendite segnano un +60% rispetto al maggio dello scorso anno.
Che sia una bici tradizionale o una e – bike dalla riapertura dei negozi a oggi gli acquisti sono esplosi come segnala Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), che stima un aumento di circa 200mila pezzi venduti nel solo mese di maggio rispetto allo stesso mese del 2019.
Dopo lo stop quindi un’esplosione di vendite, sia perché invogliati dal bonus bici sia perché si ha voglia di intraprendere abitudini più sane da inizio anno ad oggi sono 540 mila le biciclette vendute.
“Crescono l’interesse e la domanda attorno alla bicicletta a prescindere dagli incentivi e come associazione – dicono da Ancma – chiediamo alle istituzioni di cogliere questa occasione per investire su un’infrastrutture ciclabili più capillari, sicure, equilibrate e rispettose degli interessi di tutti gli utenti della strada”.
Ancma poi promette di verificare l’evolversi del “bonus bici”, augurandosi che non sia una “corsa a ostacoli o, peggio, contro il tempo” per tutto il mercato della bicicletta. Quello che fa preoccupare è la reale disponibilità per tutti dell’incentivo che, sembra aver comunque ampliato di 70 milioni di euro (oltre ai 120 già stanziati) il budget a disposizione.
“Gli incentivi – dicono sempre da Ancma- hanno sicuramente rivitalizzato in modo significativo il mercato e le imprese del comparto stanno lavorando a pieno regime per rispondere, non senza qualche affanno, in modo adeguato alla crescente domanda che abbiamo registrato in queste settimane. Un numero che cresce anche al fuori delle restrizioni individuate dalle misure del Governo (capoluoghi di Regione e di Provincia anche sotto i 50mila abitanti, nei Comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti e nei comuni delle Città metropolitane), interessando così in modo omogeneo anche territori meno popolosi”.

A conferma di questo amore per la bici anche i dati dell’Osservatorio Mobilità di Trovaprezzi.it, il comparatore di prezzi online leader in Italia, che ha analizzato le ricerche delle ultime settimane sul web relative alle biciclette (tradizionali ed elettriche), ma anche ai monopattini e agli hoverboard, mettendo a confronto i dati del 2019. Dal 4 al 31 maggio, le categorie biciclette elettriche e inline (monopattini, pattini, skateboard, longboard e hoverboard) hanno registrato una crescita rilevante rispetto alla settimana precedente (27 aprile – 3 maggio). Il picco massimo di oltre 131mila ricerche si è raggiunto tra l’11 e il 17 maggio per le bici elettriche (+305% rispetto a 27 aprile-3 maggio e +936% rispetto al 2019), mentre sono state oltre 29mila le ricerche nella settimana successiva per la categoria inline (+231% rispetto al 27 aprile-3 maggio e +812% rispetto al 2019). Tra le ricerche i modelli a pedalata assistita hanno contato 43mila ricerche e le mountain bike oltre 23mila. Spopolano in città anche le tipologie pieghevoli (quasi 20mila ricerche), facilmente trasportabili in auto e persino sui mezzi pubblici.