DOLOMITI IN BICICLETTA

CORTINA IN BICICLETTA

Le Dolomiti puntano sulla bicicletta per pareggiare i conti con gli ultimi inverni a corto di neve. Intendiamoci, non che gli affari vadano male sulle montagne più belle del mondo Patrimonio dell’Unesco. 300 milioni di fatturato annuo parlano chiaro. “Ma ne investiamo 80 all’anno, di milioni, per piste sempre bianche, anche grazie all’innevamento programmato (con una bolletta elettrica che in inverni siccitosi come questo sfiora i 60 milioni di euro all’anno). Ora stiamo preparando anche impianti di risalita in vista dell’estate che soddisfino ogni cliente, anche quelli che in montagna preferiscono pedalare e in seggiovia o funivia salgono pure con le due ruote”.

Parola di Sandro Lazzari, presidente di Dolomiti Superski , il comprensorio sciistico più vasto al mondo, che continua: “Quella fetta di pubblico che gode della montagna d’inverno, per sciare, sapendo che da noi ormai da novembre ad aprile le piste sono perfette, è già al massimo. Invece abbiamo molti margini di crescita tra altre fette di pubblico, specie in estate. Ciclisti, cicloturisti, persino famiglie con bambini piccoli da far andare nei sentieri senza difficoltà con i passeggini. Ecco perché stiamo lavorando a ciclovie diverse dai sentieri dove si cammina, dedicate esclusivamente alle due ruote, perché pedoni e bikers non si intralcino a  vicenda, e le famiglie troveranno sempre più facilmente a noleggio passeggini con le ruote adatte ad andare per boschi e pendii”.

Detto fatto, mentre la primavera incalza si prepara la grande stagione in cui godere della montagna su due ruote e pedalando.  Con un appuntamento su tutti:

I GRANDI EVENTI DELLE DOLOMITI BY BIKE

I passi Campolongo, Falzarego e Valparola, scenario delle epiche imprese

che hanno fatto la storia del ciclismo, domenica 18 giugno saranno i protagonisti della prima edizione del Dolomites Bike Day. Gli amanti delle due ruote potranno partecipare all’evento, non competitivo e gratuito, alle porte dei Parchi Naturali Puez-Odle e Fanes-Sennes-Braies. Il percorso si districa sull’anello, che partendo dall’Alta Badia, raggiunge Arabba e la valle di Livinallongo, attraverso il Passo Campolongo, per poi proseguire verso il Passo Falzarego e successivamente il Passo Valparola, prima di raggiungere i paesi di La Villa e Corvara per completare il tragitto. Il percorso, chiuso al traffico dalle ore 10.00 alle ore 15.00, ha una lunghezza di 51km ed un dislivello complessivo di 1.290m.

Fa parte del tracciato della Maratona dles Dolomites e sarà il terreno prediletto

per gli atleti del Centesimo Giro d’Italia, che qui si daranno battaglia solo pochi giorni prima,  giovedì 25 maggio 2017. Gli appassionati avranno la possibilità di cimentarsi in tutta tranquillità sui passi chiusi al traffico, poche settimane dopo il passaggio dei più grandi campioni del ciclismo mondiale.

Non solo.

Esattamente una settimana dopo il Dolomites Bike Day ,  il 25 giugno, gli amanti delle due ruote potranno pedalare sui passi attorno al Gruppo del Sella per la dodicesima edizione del tradizionale Sellaronda Bike Day. Una giornata indimenticabile, in cui i passi saranno riservati unicamente ai ciclisti e chiuse al traffico dalle ore 8.30 alle ore 15.30. www.sellarondabikeday.com.

Domenica 2 luglio ha invece luogo la granfondo più famosa ed ambita d’Europa. Si tratta della Maratona dles Dolomites-Enel, che quest’anno è arrivata alla sua 31°edizione. www.maratona.it. Per tre fine settimana consecutivi i passi più famosi ed amati dai ciclisti saranno a loro completa disposizione.

 

Ma l’estate all’insegna dei ciclisti, del loro amore per lo sport e per i paesaggi dolomitici scatta già a maggio in Alta Badia. www.altabadia.org/bike . Il programma Bike Friendly e si rivolge sia a chi pratica percorsi su strada che in mtb. Il Consorzio Turistico Alta Badia mette a disposizione cartine stradali con percorsi consigliati MENTRE la scuola specializzata Dolomite Biking (www.dolomitebiking.com) organizza escursioni di gruppo o individuali ogni giorno. Molte le convenzioni con hotel e negozi, rifugi a misura di ciclista. Negli alberghi “Bike Expert” e “Bike Friendly” trovate dal deposito con possibilità di lavare e riparare le bici ai cavalletti porta bici, agli attrezzi, al servizio lavanderia. Naturalmente poi, anzi prima, ricca colazione equilibrata e piatto freddo o torte al pomeriggio, per un pieno di energia. Gli impianti di risalita trasportano le bici gratuitamente senza supplementi.

DOLOMITI IN BICICLETTA

ALTA BADIA

 

BIKE GUIDED TOURS

Nei mesi di maggio, giugno e luglio l’Alta Badia ripropone i Bike Guided Tours. A partire dal 22 maggio fino al 16 luglio è possibile pedalare ogni lunedì, martedì e giovedì, accompagnati da esperte guide locali. Ogni giorno vengono proposte due gite di due livelli differenti: “tour” per esperti e “hobby” per ciclisti intermedi. Le escursioni a 26,00€ sono prenotabili presso gli uffici turistici dell’Alta Badia, oppure presso gli hotel “Bike Expert” o “Bike Friendly”.  Tra i percorsi, immancabile il Sella Ronda Tour, ogni lunedì, come  il Passo delle Erbe ogni martedì da fine maggio. Nel primo, tutto intorno al Massiccio del Sella,  le pendenze sono tra il 7 e il 12 %, nel secondo che porta a conoscere l’affascinante Sass de Putia e le Odle, si arriva fino a strappi del 15%.

 

L’E-BIKE SHARING PER TUTTE LE GAMBE

Grazie all’E-Bike Sharing con le nuovissime e-bike Pinarello, che il marchio lancia proprio in quest partenrship con Alta Badia è possibile pedalare in tutta comodità da un posto all’altro in quota e nei vari paesi, raggiungendo i tre parchi a contatto con la natura all’interno dell’Area Movimënt. Con le bici elettriche anche chi non è particolarmente allenato potrà godersi il panorama dolomitico sulle due ruote. Le stazioni dove ritirare o consegnare le bici sono ubicate presso le stazioni a monte del Col Alto, Piz La Ila e Piz Sorega, e nei paesi di La Villa, Corvara e La Val.

DOLOMITI IN BICICLETTA

CORTINA

 Cortina Bike Paradise:

 Anche la Regina delle Dolomiti, Cortina d’Ampezzo monta in sella e per l’estate punta sulle due ruote. Non a caso qui il turismo a pedali è in crescita esponenziale. Più di 700 chilometri percorribili, dalle ciclabili per la famiglia alle discese per gli sportivi, a cui si aggiungono cartellonistica stradale dedicata,  cartine, Gps e ancora Bike Shuttle e Bike & Bus, oltre al servizio Trenobus delle Dolomiti: il servizio intermodale per gli amanti delle due ruote che vogliono percorrere la Lunga Via delle Dolomiti. Per tutta l’estate, grazie a treni e bus attrezzati per il trasporto di un numero elevato di bici, ogni sabato e nei giorni festivi, si raggiunge Cortina da Venezia, Vicenza e Padova con le biciclette al seguito (http://www.cortinadolomiti.eu/IT/trenobus-delle-dolomiti/?s=1).

DOLOMITI IN BICICLETTA

CORTINA

Con le e-bike, comode mtb a motore, anche i meno allenati potranno misurarsi con gli itinerari più duri, senza fatica. Per i piccoli due skill park: in località Sopiazes e al Rifugio Col Gallina. Esperti istruttori e accompagnatori qualificati sono a disposizione di chi vorrà avvicinarsi a questa pratica che trova nella mountain bike la versione estiva dello sci. Un parco divertimenti, da 0 a 9 anni, in cui divertirsi, imparando, sempre in compagnia di esperti istruttori (www.cortinadolomiti.eu/IT/vacanza-bike-mtb).

Da non perdere la Ciclabile delle Dolomiti: una delle piste più rilevanti in Europa per bellezza paesaggistica e rilevanza culturale. È così che, qui, le due ruote diventano davvero “ruote panoramiche” (http://www.cortinadolomiti.eu/IT/lunga-via-delle-dolomiti-cortina-cimabanche/?s=1; http://www.cortinadolomiti.eu/IT/lunga-via-delle-dolomiti-cortina-borca/?s=1).

 

Betta Carbone

Non perderti questo:   La classifica delle città più rispettose dell'ambiente