Buone notizie! E’ stata

approvata all’unanimità alla Camera

la proposta di legge per la mobilità ciclistica, con L’On Antonio Decaro, Sindaco di Bari e Presidente di Anci come primo firmatario, e l’On Paolo Gandolfi come relatore, cui è stata abbinata anche una proposta di legge di

Ermete Realacci per la tutela e lo sviluppo della mobilità in bicicletta.

Ciclabile Italia

Il provvedimento passerà ora all’esame del Senato.

Con questa proposta, lo Stato assume pienamente la pianificazione della mobilità ciclistica, insieme alle Regioni.

La ciclabilità farà parte di una strategia di mobilità,

che diventa prioritaria sia nei centri urbani, che per lo sviluppo del turismo nel nostro Paese, al pari del sistema autostradale e ferroviario.

Così afferma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Gianfranco Delrio, che ritiene inoltre che si tratti di un cambiamento culturale, sancito con questa approvazione in maniera solenne, molto seria ed auspica che il suo ministero sia in grado, nei prossimi mesi, di andare rapidamente alla definizione del Piano della mobilità ciclistica, su cui peraltro si sta lavorando da anni.

Si è messa in campo per la prima volta, una rete di ciclovie turistiche

di oltre 6000 km con un finanziamento  di oltre 424 milioni.

Risorse che saranno impegnabili a seconda della maturazione dei progetti, che potranno essere completati con il pieno finanziamento.

Chiusi i protocolli di Intesa con le principali Regioni, per avere ciclovie turistiche pista ciclabile valcellina

bellissime: dalla ciclovia dell’Acquedotto Pugliese alla ciclovia del Garda, alla Venezia-Torino, in gran parte progettazioni nate dal protagonismo delle associazioni di ciclisti e degli enti locali.

Graziano Delrio ha sottolineato inoltre la rilevanza economica della ciclabilità e quella per la salute e l’aria, affermando che riuscendo a stimolare l’uso della bicicletta nei primi 5 km, si possono ottenere riduzione del traffico cittadino del 40%: cose che nessun’altra tecnologia possa fare.

Ritiene ottima questa approvazione per i cammini, le ferrovie dismesse, le ferrovie turistiche,

le ciclovie turistiche e Sistema ciclabile nazionale,

lo stimolo ai Piani Urbani della Mobilità Sostenibile, che costituiscono un quadro complessivo che viene presentato per dare una cornice legislativa a iniziative che erano già in campo e che  permetteranno di godere sempre di più le​ nostre città​.

Attendiamo fiduciosi, stiamo pedalando nella giusta direzione!