Alto Adige passi dolomitici

Pedalare su bici da strada in Alto Adige

Che siate ciclisti appassionati con ambizioni agonistiche, motivatissimi principianti o semplicemente amanti delle due ruote per divertimento, l’Alto Adige ha gli itinerari per voi, qualunque sia il vostro livello. Per chi macina migliaia di metri di dislivello e chilometri è un vero paradiso: dai 500 ai 5000 m, non esistono confini alla scelta di dislivelli che i diversi itinerari offrono. Un esempio? Il tour intorno all’Ortles conta 272 km di sviluppo e 5790 m di dislivello. Ma anche il grande giro di Bolzano, il giro dell’Ortler, la Stoneman Road di Sesto. Se invece preferite le salite dai fondovalli pianeggianti si sale circondati da alte cime: in Alto Adige i sogni di ogni ciclista si avverano! Chi cerca strade che lo mettano veramente alla prova, ne trova una, ad esempio, nella vecchia strada di San Genesio, oppure la salita a Castel Rafenstein, Soprabolzano, o ancora la vecchia strada di San Genesio.

Alto Adige

Se cercate la bellezza dei panorami mentre pedalate, allora le

Dolomiti sono la zona da scegliere.

E anche qui si trovano giri per tutti i livelli di allenamento come il

Passo delle Erbe, Alpe di Siusi – Laghetti di Fiè, fino ad arrivare al mitico Sellaronda.

Per il piacere di pedalare, senza troppo impegno, ma solo per il piacere di farlo, i fondovalle pianeggianti dell’Alto Adige sono perfetti per un’infinità di giri con la bici da corsa. Lungo la vasta rete di piste ciclabili, ci si può perdere in bei giri tra le viti ed i frutteti come sulle ciclabili della val d’Adige o della val Venosta, per pedalare in mezzo al bosco

la ciclabile della val Pusteria e l’ideale.

La Redazione