A Lignano Sabbiadoro, meta balnerare fra le più charmant dell’alto Adriatico, c’è la possibilità di effettuare delle interessanti e divertenti – ma soprattutto gratuite – escursioni in bicicletta accompagnati da un esperto di cicloturismo e conoscente del territorio. Come? Con il servizio di bike sharing Mobike, lungo gli oltre 20 chilometri di ciclabile cittadina e dell’entroterra.


Il 27 giugno c’è stata la riapertura del passo barca X-River, alle soglie del fiume Tagliamento, che collega Lignano e Bibione. Si caricano le bici su un piccolo battello che, dalle 9.00 alle 19.00 fa la spola tra la sponda veneta e quella friulana permettendo in questo modo di pedalare lontano dalle strade intensamente trafficate, inserendosi nel suggestivo tracciato dell’Adriabike. Un percorso, questo, che fa parte delle ciclovie europee Eurovelo 8 e collega Kranjska Gora con Ravenna, attraversando la penisola triangolare sulla quale si sviluppa Lignano sfruttando la rete ciclabile della località.


L’X-River è un esempio di capacità di fare sistema tra due regioni vicine – Friuli Venezia Giulia e Veneto – e di avere un approccio green congiunto che unisce la passione per i pedali e il contatto con una natura incontaminata che contraddistingue la foce del Tagliamento.
Il programma di escursioni settimanali gratuite organizzato dalla municipalità di Lignano Sabbiadoro, offre la possibilità, ad ogni tipologia di ciclista sia esso neofita o esperto, di esplorare i dintorni dell’area marina, pedalando con vista sui canali lagunari e i canneti, le valli da pesca e i campi coltivati. Si è pensato proprio a tutto: alla bicicletta e a una guida da avere al seguito. Per partecipare basta iscriversi.

Il punto di partenza, la Terrazza a Mare, consente di scegliere fra cinque opzioni con differenti gradi di impegno e difficoltà:
• il lunedì, “Pedalata dei due fari” prevede il passaggio l’X-River, toccando la veneta Bibione, prima di fare ritorno a Lignano. Il guado del fiume in battello è davvero molto apprezzato e regala sempre un pizzico di sorpresa ed emozione a chi lo sperimenta per la prima volta. Il bellissimo itinerario deve il suo nome a due punti chiave come il faro lignanese dei primi ‘900, elemento simbolo della città, e il faro di Punta Tagliamento a Bibione;
• il martedì, “Risalita dello Stella”, nuova proposta del 2020, che si sviluppa per 45 km seguendo il corso del fiume Stella, zona naturalistica protetta che consente di immergersi nella varietà del patrimonio floro-faunistico di questo pezzo di Friuli Venezia Giulia;
• il mercoledì, “Tour delle tre acque”, così definito perché segue i tre lati della penisola di Lignano, disegnati rispettivamente dalla laguna di Marano, dal corso del Tagliamento e dal mare, rivelando la particolarità del territorio lignanese strettamente legata, appunto, all’essere un’area in cui tre diversi tipi di acqua si incontrano creando un paesaggio davvero unico. È la più facile dei tour ed è adatto anche ai bambini;
• il giovedì, “Marano Bike & Boat”, escursione di 40 km che combina bici e navigazione, raggiungendo in bici il borgo di pescatori di Marano (dove si gusta un piatto di pasta con pesce appena pescato), dopo aver attraversato tratti suggestivi come il ponte ciclabile sul fiume Stella e il fiabesco bosco di Muzzana, per rientrare a Lignano attraversando la laguna in barca (unico costo di questa escursione il biglietto di 4 euro per la navigazione);
• il mercoledì, il venerdì, il sabato e la domenica, chi di prima mattina vuole provare un’esperienza energizzante può prendere parte all’uscita con le fat-bike, le bici con le ruote “ciccione”, iniziando a pedalare alle 7.30 sul bagnasciuga sotto la guida di un trainer che conosce tutti i segreti di questo divertente modo di usare la bicicletta, perfetto per tenersi in forma.

Insomma, il binomio bici e barca, unisce due mezzi di spostamento ma soprattutto due punti geografici, esprimendo appieno quel concetto di pendolarismo che vede nella parola inglese commuting la sua sintesi più efficace.
Dunque, a quanti, trovandosi in vacanza al mare a Lignano, sono interessati a partecipare a queste belle pedalate a costo zero, sappiate che vi aspetta l’incanto della laguna di Marano, dove potete sfrecciare per poi in qualche sosta lungo il tragitto sperimentare prelibate specialità eno-gastronomiche. I tour “Boat & Bike”, infatti, hanno esattamente questo focus: si parte da Lignano, si sale sull’imbarcazione a chiglia piatta che entra facilmente anche nei canali più piccoli affrontando tranquillamente anche i punti dove l’acqua è bassa, per arrivare a Marano e raggiungere in bici una cantina, proseguendo verso la valle da pesca di Ca’ del Lovo, per un aperitivo, e successivamente fermarsi alla celebre bilancia di Bepi, la palafitta amata da Hemingway, in cui è possibile mangiare ottimo pesce appena pescato con la gigantesca rete basculante. Durante il rientro in barca, l’ultima sosta è in uno dei casoni, le tradizionali costruzioni in legno e canne di palude, ricovero dei pescatori in passato e oggi museo a cielo aperto, a evidente riprova delle affinità e del profondo legame fra Lignano e la laguna.

Per informazioni e prenotazioni delle escursioni: www.lignanosabbiadoro.it