Dedicato soprattutto ai più giovani e soprattutto a chi vuole spendere poco. Una vacanza bike-friendly, poco bagaglio e poche spese in ostello oppure in tenda.
Viaggio culturale o all’insegna della festa? Città d’arte, località di mare o Interrail? Pianificare ogni dettaglio o partire all’avventura? Un solo obiettivo comune divertimento ad un prezzo conveniente. Per un pubblico giovane senza grandi possibilità economiche che vuole passare una o più notti nella in una città ricca di storia, tradizione, folklore e buon cibo.
Per chi vuole visitare le città sicuramente andare in ostello è la scelta migliore, molti hanno un garage o almeno un posto di ricovero per le bici. Le proposte di solito offrono il pernottamento in camere matrimoniali o con più letti, i bagni sono da condividere.


Ci sono poi le comunità di ciclisti Warmshowers (che significa “dolce calde”) dedicate ad offrire ospitalità a singoli individui (o coppie o gruppi ristretti di individui) che viaggiano in bicicletta.
Per partecipare alla comunità si deve essere maggiorenne, iscriversi nell’apposito sito ed indicare i servizi si che può offrire, dal posto letto all’uso cucina, dal terreno per campeggiare alla lavatrice.

Ma c’è anche chi ama dormire tra la natura o sotto le stelle, chi ama l’avventura. Ci sono poi i campeggiatori incalliti e i siti di campeggi sono molteplici. Per fare campeggio e bici le prima regola è ridurre al minimo ciò che si porta, ma alcune cose sono indispensabili. Prima di tutto una tenda! Che sia per l’uomo o per la bici o per entrambi. Il consiglio è comunque che sia facile da montare perché dopo una lunga giornata in bici la stanchezza arriva veloce, e che sia leggera, perché sarà con noi lungo il viaggio nel portapacchi (magari pensate di utilizzare un carrellino da trainare). Il peso delle tende varia tra i 2 e i 5 kg circa, a cui vanno aggiunti il peso del sacco a pelo, del materassino, del fornelletto e delle stoviglie, combustibile e acqua per cucinare, cibo e accessori vari (torcia, coltellino multiuso, accendino, kit cucito, …).

Non perderti questo:   Archeologia e terra d'acqua, ma ovviamente tutto in bicicletta


Alcuni cicloviaggiatori poi scelgono di fare campeggio libero. Da ricordare però che il campeggio libero è vietato, anche se spesso tollerato, ma non ovunque. In alcuni luoghi si rischia di prendere delle multe salate come ad esempio nei parchi naturali o in zone protette.

Una regola su tutte: siate civili! I rifiuti vanno portati negli appositi conteniori e si lascia l’ambiente com è in natura: pulito!