L’Austria, offre tante possibilità di pedalare e di godersi viaggi in bicicletta, per tutti i gusti e le gambe. Se si decide di partire da una città che  possa offrire tanto in termini di cultura piste ciclabili e bellezze naturali Salisburgo è la scelta giusta: grazie ai suoi 7.000 chilometri di piste ciclabili e itinerari per mountain bike ben segnalati, oltre a numerosissimi trail, percorsi ad anello e itinerari cicloturistici un po’ per tutti.
Parliamo ad esempio della Ciclovia Alpe Adria Radweg, che da Salisburgo si spinge fino al mare Adriatico. Lunga 410 chilometri, consente, ma bisogna essere ben allenati, di attraversare le Alpi con un percorso da nord a sud. Per chi invece pensa che l’impresa sia troppo faticosa può comodamente prendere il treno navetta dei Tauri Böckstein-Mallnitz.
L’itinerario che parte da Salisburgo (425 m), città di Mozart, risale la valle del Salzach e di Gastein fino a Böckstein. Da qui con una corsa ferroviaria di undici minuti si passa sotto la catena degli Alti Tauri e si raggiunge Mallnitz (1.191 m). Qui si riprende la bici e si attraversa la Carinzia per Spittal sulla Drava, Villach e Arnoldstein, vicino al confine italo-austriaco. In territorio italiano, la ciclabile utilizza in parte una linea ferroviaria dismessa, e da Tarvisio passando per Gemona, Udine e Aquileia arriva fino a Grado, sul mare Adriatico.
La Ciclovia Alpe Adria Radweg ha ottenuto ad Amsterdam il premio “Percorso cicloturistico dell’anno 2015” www.alpeadriaradweg.com e nel 2016 ha vinto l’Italian Green Road Award l’Oscar italiano del cicloturismo.
Facile il rientro da Grado grazie al vicino percorso ferroviario. Un servizio particolare per ogni ciclista è il treno “Microta” che collega due volte il giorno Udine con Villach e dispone di una carrozza solo per biciclette.


Se invece il mezzo a due ruote prediletto è la moutain bike, in Carinzia gli appassionati hanno a disposizione 3.000 km di percorsi autorizzati. Da provare un nuovo percorso a Bad Kleinkirchheim, pronto dal mese di agosto. Con tredici chilometri in fase di completamento (estate 2019), questo percorso sarà più lungo di quello che oggi è il Flow Country Trail più lungo del mondo, sul monte Petzen, sempre in Carinzia.
In continuo ampliamento i percorsi di downhill single trail, alcuni tracciati arrivano a ben 1.100 metri di dislivello e sono stati collaudati durante il “Bike Four Peaks”, una delle più importanti gare a tappe di MTB in Europa. Per chi ama le scalate è disponibile il pacchetto “The Nock Five”. Con un’esperta guida MTB, in soli quattro giorni si conquistano cinque delle più belle vette dei Nockberge. Ugualmente emozionante è il cosiddetto “Franz-Klammer-Tour”, che segue il tracciato della famosa pista da sci FIS. Le funivie di questa zona turistica offrono la possibilità di salire in quota insieme alla propria MTB. Al centro tecnico Nockbike della scuola sportiva Krainer ai mountain biker è riservata un’assistenza completa che va dal servizio noleggio bike alle escursioni guidate giornaliere divise in gruppi secondo il livello di preparazione.
Un’altra grande attrazione per i mountain biker sono gli itinerari Alpe-Adria-Transalp. In compagnia di guide professioniste, si parte da Bad Kleinkirchheim, suddivisi in gruppi secondo il livello di preparazione, per percorrere affascinanti itinerari MTB in direzione sud fino al mare. Questi itinerari sono percorribili solo in compagnia di una guida autorizzata, poiché attraversano ambienti naturali sensibili come il Parco della biosfera dei monti Nockberge o il letto del fiume Tagliamento.


Il “Flow Country Trail” in Carinzia del sud

Sul monte Petzen nel 2015 è stata inaugurata la pista per mountain bike più lunga d’Europa. Diddie Schneider, uno dei migliori designer europei di percorsi per mountain bike, è l’autore di questo capolavoro. Il trail non è solo per i professionisti ma indicato anche ai principianti, perché non richiede particolari conoscenze tecniche. Con la mountain bike si sale in funivia fino alla partenza del trail. Inoltre è presente alla stazione di partenza della funivia anche un percorso Dirt & Pump-Park e un percorso training per bambini.
Siete pronti a provare nuove avventure? Ad esempio attraversare una miniera abbandonata in mountain bike? Equipaggiati con casco e pila frontale, si percorre un’antica galleria mineraria lunga sette chilometri. All’interno della montagna vi attendono possenti formazioni rocciose e sale alte fino a 30 metri in cui un tempo si estraevano minerali ricchi di zinco e piombo. L’ingresso della galleria si trova in Slovenia, ma lungo il percorso si attraversa il confine carinziano quasi senza accorgersene. Un’avventura senza frontiere per tutta la famiglia. www.stollenbiken.at

Non perderti questo:   Viaggi in bicicletta organizzati: le 5 mete preferite


Mountain bike sulle Alpi Carniche e sulle Gailtaler Alpen

44 itinerari per mountain bike di vari livelli di difficoltà sono a disposizione dei mountain biker sulle Alpi Carniche e sulle Gailtaler Alpen. L’offerta MTB a Nassfeld/Pramollo è stata ampliata con sette nuovi trail naturali, lunghi da 1,1 a 5 chilometri. Se si vuole unire la passione per mountain bike con le vacanze balneari il parco naturale del lago Weissensee, circondato dalle montagne delle Gailtaler Alpen è il luogo giusto. Fra i percorsi vi consigliamo quello che sale fino al rifugio Naggler Alm. Accanto al rifugio si trova un percorso tecnico per MTB di tre chilometri che simula le classiche difficoltà del fondo ed è perfetto per giri di prova. Accanto al rifugio nel 2016 è stato inaugurato uno flow-trail lungo ca. 3,5 km dal rifugio Naggleralm al lago Weissensee. Altri due percorsi dal rifugio Naggleralm al lago sono in fase di preparazione.


Il “3-Länder-Tour” (Tour dei 3 Paesi)

Il “3-Länder-Tour” è un itinerario da una giornata, compreso nella nuova Ciclovia Alpe Adria. Dalle rive del lago Faaker See si sale al passo Jepcasattel dove si varca il confine con la Slovenia. Un lungo tratto di downhill prima di raggiungere il fondo valle a Kranjska Gora. Il tracciato segue in parte la pista da sci famosa per le gare di Coppa del Mondo. Lungo un percorso facile si segue la valle Planica fino a Tarvisio, in Italia, che si raggiunge dopo una pausa d’obbligo agli stupendi laghi di Fusine. Qui, ai piedi delle Alpi Giulie, si può fare il pieno d’energia prima di affrontare la via del ritorno in Carinzia.


Area one: campo di prova e allenamento per principianti ed esperti

Nel 2016 è stato inaugurato il primo campo di prova e allenamento per mountain biker in Carinzia: l’areaone sul monte Kumitzberg a Villach. La scelta spazia dal facile trail di riscaldamento a un’impegnativa area d’equilibrio (Balance) fino al salto di un gap lungo 5 metri. Sei diversi trail d’allenamento con una lunghezza che varia da 100 a 400 metri, inoltre è a disposizione un’area training apposita per la tecnica MTB. L’utilizzo dell’area è gratuito.
Per informazioni sulla mountain bike in Carinzia: https://www.kaernten.at/rad/mountainbiken-kaernten/ www.carinzia.at/attivita/estate/bike/mountain-bike/


E ancora. L’anno scorso in Carinzia è stato inaugurato il primo Slow Trail, ovvero un sentiero breve vicino al lago, che raggiunge particolari monumenti naturali e punti panoramici, quello della palude Bleistätter Moor sul lago Ossiacher See. Nel corso dell’anno ne verranno realizzati altri sei.
Non è abbastanza? E allora 162 chilometri sulla Via Carinzia, con partenza dalla valle Rosental, caratterizzata dalla catena alpina delle Caravanche, e in cinque tappe giornaliere si raggiunge il lago Klopeiner See per proseguire attraverso i colli della Lavanttal. Lungo il percorso il museo dell’ape Carnica, l’abbazia benedettina di St. Paul e il museo Liaunig, la collezione di arte moderna a Neuhaus.
Chi desidera combinare una visita al Werner Berg Museum con una gita in bicicletta nel sud della valle Jauntal, può pedalare sulla Kunstradweg, la ciclabile dell’arte a Bleiburg.
Si pedala in mezzo alle Alpi Carniche e alle Gailtaler Alpen lungo la Gailtal-Radweg, la ciclabile del fiume Gail, che si snoda per 90 chilometri da Kötschach-Mauthen a Villach, qui si può fare una piacevole pausa balneare sul lago Pressegger See.
Nel Parco Nazionale Alti Tauri, nel nord della regione, si trova la ciclabile del Glockner: percorribile in una giornata, questo itinerario tocca incantevoli spettacoli naturali come la cascata Jungfernsprung, che precipita a valle per varie decine di metri da un roccione sporgente, e le magnifiche valli alpine circondate da un imponente scenario di montagne di 3.000 metri.


Se per voi la bicicletta è bella ma l’allenamento non è poi adeguato, non si deve rinunciare a nulla, basta ricaricarsi d’energia e partire con la bicicletta elettrica. Dedicati alla e-bike nella zona turistica della Carinzia centrale, sono stati preparati nove itinerari tematici ben segnalati, oltre ad esserci un nuovo servizio di noleggio bici elettriche. Tutti gli itinerari partono dal palazzo Fuchspalast a St.Veit an der Glan. Si può usufruire di un comodo servizio di trasporto al punto di partenza, offerto in collaborazione con le ferrovie austriache (ÖBB).
Il consiglio. Comoda è la Kärnten Card grazie alla quale si possono visitare liberamente e a piacimento oltre 100 mete turistiche. Per informazioni: www.kaerntencard.at

www.austria.info/it