La Stiria è un Land del Sud – est dell’Austria, il secondo per estensione, ed è qui che vi segnaliamo dei bellissimi giri in bicicletta per conoscere al meglio questa terra.

Leibnitz – Leibnitz,

grado di difficoltà media, il percorso è su piste ciclabili asfaltate, strade secondarie talvolta poco trafficate.

Durata ideale del viaggio da maggio a ottobre. Questo percorso farà conoscere al cicloturista la cultura, l’acqua termale e l’olio di semi di zucca di questa zona. Il tour, 405 km, conduce attraverso i vigneti della Stiria meridionale e orientale fino alle enoteche, alle cantine e alle osterie. Poiché si tratta di un circuito, è possibile iniziare il tour da qualsiasi punto lungo il percorso ciclabile.
Il percorso va da St. Ruprecht an der Raab alla città storica di Hartberg: in questa zona viene raccolto circa l’85% delle mele austriache, per circa 185.000 tonnellate all’anno. Una visita alla Casa della mela a Puch bei Weiz, “museo vivente” degli alberi da frutto, nonché al lago Stubenberg pochi chilometri dopo, sono d’obbligo. Il percorso passa anche la regione termale da Hartberg alle Terme di Loipersdorf e a Bad Radkersburg. Le osterie che costeggiano il percorso attirano con piacevoli spuntini, anche vegetariani e vegani, mentre le sei terme offrono una sana e rilassante pausa benessere, che farà bene ai muscoli dei ciclisti.
Ma in Stiria non si può trascurare il famoso “Oro verde”: per questo si arriva fino a Deutschlandsberg nello Schilcherland, passando per la culla del famoso olio di semi di zucca, i campi di zucca e i frantoi.
Questo tour non trascura neppure l’aspetto culturale: castelli, palazzi e chiese di pellegrinaggio si trovano lungo la strada che da Deutschlandsberg continua per Graz, chiamata anche City of Design e dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, fino alla Oststeirischen Römerweinstraße vicino a St. Ruprecht an der Raab, nel cuore della Stiria orientale. La città di Bad Radkersburg si annovera fra le “Piccole città storiche”.

Ciclabile della Mur,

la pista ciclabile della Mura, è l’itinerario ciclabile fluviale con il paesaggio più variegato dell’arco alpino, che in virtù del suo percorso, con discese leggere e innumerevoli mete culinarie, rappresenta una pista ciclabile tutta da godere. Si fa strada dal Parco Nazionale Alti Tauri e accompagna la Mura attraverso la capitale culinaria austriaca Graz, fino alla regione termale e vinicola nel triangolo di confine tra Austria, Slovenia e Ungheria.

Per chi arriva in treno, ci sono molti collegamenti ferroviari provenienti dall’Europa, con possibilità di caricare le biciclette su tutti i treni delle tre compagnie ferroviarie della Stiria, OBB.

Graz, capitale europea della cultura nel 2003 con il suo centro storico e il castello Eggenberg, entrambi patrimoni dell’UNESCO, sono una meta obbligatoria.

La segnaletica recante la scritta “Murradweg” e/o “R2” (nell’area urbana di Graz su cartelli con sfondo bianco) è stata concepita per mettere in relazione tra loro le varie tappe del tour ed è solamente indicativa per quanto riguarda i tempi di percorrenza.

In Stiria ci sono 287 comuni da vedere. Dal luogo di pellegrinaggio di Mariazell passando per il centro termale di Aflenz e quello di Bad Blumau fino al centro storico di Bruck an der Mur o al luogo di produzione viticola di Kitzeck, c’è un’infinità di attrazioni culturali e paesaggistiche da scoprire.

https://www.steiermark.com

La Mur è un fiume di 450 chilometri che attraversa per 350 km l’Austria e per il restante un tratto di Slovenia, Croazia e Ungheria.

L‘inizio della ciclabile è nel Parco Nazionale degli Alti Tauri a circa 1.700 metri di quota, si segue il fiume lungo la Strada del Vino, per poi terminare presso una zona termale situata quasi a livello del mare.
Il tratto austriaco va dal rifugio a Bad Radkersburg ed il tratto della ciclabile delle Terme Stiriane da Bad Radkersburg a Legrad, un itinerario di poco più di 100 chilometri passando per le terme di Loipersdorf, Bad Blumau e Bad Waltersdorf. L’itinerario è interamente in discesa e la ciclabile è asfalata.

Pista ciclabile del Salzkammergut,

351 km: la pista ciclabile imperiale, da lago a lago.
La zona di questo percorso cicloturistico era apprezzata già un paio di secoli fa, dall’Imperatore Francesco Giuseppe e da sua moglie Sissi: entrambi amavano la bella regione del Salzkammergut e trascorrevano le loro vacanze estive in questa zona. Il paesaggio è un’insieme di laghi cristallini e imponenti vette montane.
Anche in questo caso è possibile iniziare il tour da qualsiasi punto lungo il percorso ciclabile. Noi vi proponiamo la partenza da Salisburgo. Da qui si percorre prima il percorso della storica Ischlerbahn per Eugendorf e poi il villaggio Mozart di St. Gilgen, St. Wolfgang e la famosa città imperiale di Bad Ischl. Qui ci si può immergere completamente nella vita imperiale: il parco Kaiserpark con la villa dell’imperatore, il museo della città, la sala congressi o una sosta alla leggendaria pasticceria Zauner.
Il tour prosegue nella regione dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO intorno al lago Hallstatt, dove una visita alla valle del Gosau o alla grotta del Dachstein non dovrebbe davvero mancare dal programma. Il percorso per Bad Aussee, che si può fare sia in treno che sui pedali. La zona di Ausseerland-Salzkkammergut in Stiria, con la sua tradizione e la sua fabbrica di pan di zenzero. Una strada forestale conduce da Altaussee a Bad Ischl. Qui, la piccola città storica della ceramica di Gmunden riserva alcune sorprese: una gita in barca sulla maestosa “Gisela”, o una visita al villaggio del castello lacustre.
Il tour prosegue attraverso Aurach am Hongar fino al più grande lago del Salzkammergut, all’Attersee e al Mondsee, con l’omonimo paese. A Mattsee, i fan della Porsche non dovrebbero perdersi una visita al mondo interattivo “Fahr(T)raum”.
Le città di Ischl e Gmunden , situate lungo la pista ciclabile del Salzkammergut, si annoverano fra le “Piccole Città Storiche” e sottostanno a criteri speciali che rendono il tour della città un’esperienza davvero speciale.
Da Salisburgo a Salisburgo, grado di difficoltà medio, percorso principalmente su piste ciclabili e strade secondarie poco trafficate, traghetti e treno permettono viaggi di andata e di ritorno più brevi.
Durata ideale del viaggio da maggio a ottobre. Segnaletica Salzkammergutradweg.

https://www.austria.info/it