Tour degli asparagi in bicicletta nell’Alto Adige meridionale

Vi piacciono gli asparagi? Volete coniugare natura, bicicletta e gusto? La vostra scelta in questo periodo non può che essere l’Alto Adige e più precisamente quello che viene chiamato il “triangolo degli asparagi” : Terlano,Vilpiano e Settequerce.

 

[adrotate banner=”8″]

 

In questi giorni di Aprile e Maggio inizia proprio in queste terre che coltivano una tradizione centenaria, il raccolto di questo nobile ortaggio e con esso, la stagione più gustosa per quanti lo amano. Un’ottima occasione per scoprire questo territorio e le sue specialità gastronomiche sulle due ruote!

in bicicletta alto adige

Mentre i frutteti tutto intorno fioriscono meravigliosamente e ad est il Catinaccio innevato risplende al sole, il nostro itinerario del gusto sulle due ruote parte da Andriano. Percorrendo l’antica e poco trafficata Strada del Vino incontriamo Nalles e Lana. Per gli amanti della cultura un capolavoro da non perdere: il famoso altare Schnatterpeck a Lana.

in bicicletta asparagi

Sulla pista ciclabile dell’Adige proseguiamo verso sud, ammiriamo con meraviglia il paesaggio in fiore: con lo sbocciare dei meli, tutta la natura si riempie di colori e di dolci profumi! A Vilpiano e Terlano incontriamo i primi campi di asparagi, e lì ammiriamo quanti, quotidianamente, donne e uomini, raccolgono il nobile ortaggio con grande dedizione.

meli in fiore

Mezzogiorno arriva presto e con un leggero brontolio di stomaco arriviamo a Settequerce. Qui decidiamo di fermarci presso il leggendario Ristorante Patauner. A tavola ci attende un’ottima e curata cucina casalinga e in aprile i gustosi asparagi di Terlano, appena colti dal campo. Le numerose specialità proposte sul menu sono tutte invitanti, e il padrone di casa ci viene in aiuto proponendoci un pasto personalizzato. Optiamo per un’insalata di asparagi con denti di leone, croccante dadolata di speck e uovo di quagliauna zuppa di aglio con ravioli ripieni di salmerino della Val Passiria e, immancabili, gli asparagi con prosciutto della casa, tradizionale salsa bolzanina e salsa di mele. Il tutto accompagnato da vini locali. Per il giorno successivo, il padrone di casa ci consiglia una degustazione di vini in una cantina poco distante!

Non perderti questo:   Copenaghen la città delle bici e la ciclabile del Baltico

melo in fiore alto adige

Non ce lo facciamo ripetere due volte e, messa nello zaino la ricetta di casa per una gustosa salsa bolzanina, ritorniamo al punto di partenza perché domani si parte alla volta della seconda parte di questa vacanza all’insegna del gusto sulle due ruote!

Informazioni:

  • Lunghezza dell’itinerario: 40 km circa
  • Dislivello: 0 m
  • Partenza e arrivo: Sigmundskron (Castel Firmiano)
  • Locale consigliato per la sosta: Ristorante Patauner, chiuso al giovedì
  • Bikeshop: Tobike a Nalles
  • Alloggio: Hotel Gantkofel ad Andriano, Locanda Terzer a Cortaccia

Ulteriori informazioni sull’Alto Adige meridionale: www.bikehotels.it

Ludovica Casellati