Viagginbici.com anche oggi vuole dedicare un post alle nostre lettrici in rosa, siete in tante! Grazie! Proponiamo alcuni spunti per affrontare la primavera e l’estate (e non solo) con una marcia in più. Leggete sotto:

DIRE PIÙ “SÌ”

Sorpresa! Ci hanno insegnato che la chiave della felicità stesse nel dire no, nel sottrarsi, nel far sentire la propria mancanza… Ma a lungo andare questo atteggiamento potrebbe danneggiarci, isolandoci, precludendo numerose possibilità di fare nuovi incontri. Impariamo anche a dire sì: sì alle uscite con le amiche, a nuovi appuntamenti, alle proposte non programmate, anche se non si ha nessuna voglia! 

Impariamo a vivere il momento, a coglierlo. Carpe diem.

CERCARE ISPIRAZIONE DALLE DONNE FAMOSE PIÙ FORTI

Molte star sfruttano la loro celebrità per richiamare l’attenzione su questioni davvero importanti. Ispiriamoci  a loro, per esempio, ad Angelina Jolie, da sempre sensibile alle problematiche legati ai rifugiati di guerra; a Lena Dunham o a Kate Winslet, da sempre impegnate a incoraggiare le donne ad andare oltre l’aspetto fisico; Impariamo dalle migliori, insomma. 

USCIRE DALLA “CONFORT ZONE” 

Vi affascina la recitazione? Iscrivetevi ad un corso di teatro o di dizione; vi piacerebbe imparare l’hip hop? Iscrivetevi alle lezioni in palestra. Anche se siete a disagio, anche se provate imbarazzo, anche se all’inizio non siete capaci: buttatevi, ora è il momento.

COSTRUIRE  UNA SOLIDA RETE AL FEMMINILE

Circondatevi di amiche che vi incoraggino a lottare per ciò che desiderate, che vi sostengano nell’inseguire i vostri sogni, che vi spronino a dare il meglio di voi. Poi, eliminate le invidiose, le malevole, le superficiali. Le cose cominceranno ad andare meglio, vedrete; se riuscirete a fare un bel repulisti tra le amicizie, sarete già a buon punto. 

IMPARARE A LASCIARE CORRERE: un commento negativo sul lavoro, una risposta acida data dall’amica invidiosa, quel brutto litigio con il vostro compagno di vita…. Non vale la pena rimuginarci su a lungo: se avete torto, chiedete scusa, sennò passate oltre e andate avanti.

AMMIRARE  E VALORIZZARE LE DONNE INTORNO A NOI:

Le donne sono più potenti e capaci di quello che da anni ci vogliono far credere. Pensate: una donna è in corsa per diventare il Presidente di uno dei Paesi più potenti al mondo. Noi donne possiamo l’impossibile: anche voi, se solo cominciate a credere di più in voi stesse.

CELEBRARE IL PROPRIO CORPO

non sarà perfetto (nessuno è perfetto) qui e là qualche smagliatura, le prime rughe che solcano il viso e  con i capelli bianchi ci conviviamo da un po’. Però è il nostro corpo e dobbiamo amarlo e prendercene cura, anche alimentandoci consapevolmente, perché è la casa in cui abitiamo, l’involucro della nostra anima. E va sfoggiato con orgoglio!!! la Bicicletta è una valida alleata per curare mente e corpo, perché non approfittare delle giornate lunghe, le temperature tiepide e iniziare a pedalare?! Come già  scritto, bastano 20 minuti al giorno per cominciare a star bene.

FARE QUALCOSA DA SOLE: 

Cose molto semplici, come andare al cinema o regalarsi una bella cena, una sana pedalata (tutte le città oramai sono dotate di piste ciclabili anche extra urbane, magari che costeggiano un parco dove fermarsi e poter leggere quel libro che da tanto teniamo sul comodino); oppure di cose più complesse, come una viaggio. Molte volte non facciamo le cose perché abbiamo paura di stare da sole: quante belle occasioni abbiamo perso, rinunciandovi perché nessuno veniva con noi? Basta dipendere dagli altri: se si ha voglia di fare qualcosa, non aspettiamo, facciamola, anche da sole. 

MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI VITA DI ALTRE DONNE: 

Non tutte le donne hanno accesso all’istruzione e hanno la libertà di scegliere; molte vivono in condizioni di estrema povertà; alcune sono costrette a sposarsi, per emanciparsi dalla famiglia d’origine e finire schiave del marito. Sembrano situazioni che non ci riguardano da vicino, eppure, a volte queste realtà le ritroviamo anche sotto casa… Proviamo con il volontariato, sosteniamo le associazioni che operano nel sociale: usiamo le nostre energie per aiutare gli altri, anche se a livello locale. Si comincia così, a cambiare le cose.

Carolina Silvestrin