Il mese di settembre è bellissimo per programmare uno o più giorni di vacanza. Ancora più bello se si coinvolge tutta la famiglia. Cercate un percorso ricco di scorci suggestivi e borghi medievali? La risposta è Bodenseeradweg ovvero la pista ciclabile che gira attorno al Lago di Costanza passando per Austria, Svizzera e Germania. Il periplo è di 273 km ma si può tranquillamente decidere di abbreviare il percorso a piacimento utilizzando i tanti collegamenti che consentono di andare da una sponda all’altra del lago. Le due sponde del lago, infatti, sono collegate da traghetti che di solito trasportano anche le bici. Dunque un’altra occasione per coniugare bicicletta e barca.

Armatevi di cartina e cominciate a pianificare. Sappiate che a rendere questa una vacanza memorabile sono le innumerevoli attività che si possono organizzare lungo questo affascinante percorso disseminato di confortevoli locande, hotel di lusso, osterie originali, ristoranti gourmand, spiagge, terme, bioparchi, parchi giochi e musei.

Costanza

E’ una incantevole città di circa 80.000 abitanti circondata da foreste, colline e vigneti. E’ famosa per i monumenti della città vecchia (Altstadt) e anche per la sua prestigiosa Università. Deve la sua fama al fatto che in un edificio della città durante il Concilio di Costanza (1414-1418) ci fu l’unica elezione di un Papa sul suolo tedesco. Il porto è dominato dalla statua di Imperia. Imperdibili il municipio, la Schnetztor medievale e la centrale Markstätte.

L’isola di Mainau

Da qui si può imboccare la pista ciclabile che costeggia il lago in direzione dell’isola di Mainau, un inno alla bellezza dei fiori, intorno a un’antica residenza barocca a soli 7 km da Costanza. Essa si affaccia proprio sull’ Überlinger See e un ponte la collega alla terraferma. L’isola ospita un castello e una chiesa attorniati da un paradiso di fiori e piante di svariati tipi.

Uberlingen – Salem

Costeggiando il lago si raggiunge Überlingen adagiato tra pittoreschi vigneti. Dalla pista ciclabile si può vedere la cappella romanica di San Silvestro fino al cuore della città antica con i suoi storici edifici accalcati intorno al duomo di Sankt Nikolaus. Il percorso a due ruote prosegue approdando facilmente alla frazione di Unteruhldingen, oggi famosa per i suoi insediamenti lacustri su palafitte. Il mondo preistorico neolitico viene qui ricostruito secondo i reperti rinvenuti nella regione. All’epoca di Federico Barbarossa fu un noto centro portuale strategico per la sua vicinanza alla città vescovile di Costanza. Lungo il tragitto dopo soli pochi chilometri eccoci a Salem, luogo famoso per la più importante sede cistercense nel medioevo in Germania. Il convento in stile barocco ha interni molto sfarzosi con ampi saloni, stucchi, decorazioni. Vi è perfino una scuderia e un gabinetto numismatico.

Meersburg

La ciclabile continua verso Meersburg, una delle più graziose città sul Bodensee. Si scorgono subito l’imponente torre di Dagobert, i resti dell’antico castello, il nuovo barocco ed infine, sulle rive coltivate a vite, l’ampia facciata dello Staatsweingut e del seminario. Da queste due ultime costruzioni si può godere di uno straordinario panorama. Molto romantica la piazza del mercato. Il castello nuovo è in stile barocco e si affaccia sulla Schlossplatz unitamente al museo Zeppelin. Imperdibile la veduta della terrazza della fortezza che si affaccia sul lago.

Non perderti questo:   Tra enogastronomia e pedalate a Rango in Trentino

Lindau

L’ultima località sul Bodensee in territorio tedesco, ovvero Lindau. È situata su un’isola collegata alla terraferma da due ponti. La posizione è sensazionale. Il centro di questa città è la Marktplatz dove si trovano ben due chiese: una cattolica dedicata alla Madonna, l’altra protestante dedicata a Santo Stefano. Nella piazza c’è anche un museo di storia locale sito nella Haus zum Cavazzen. Ma Lindau offre molto altro: la via principale, la Maximilianstrasse, è un trionfo di colori, negozi e storia, con l’Alte e il Neue Rathaus. Da visitare anche la Peterskirche risalente all’anno 1000. Sempre nel centro, lungo il molo vi è l’antico faro che nel medioevo faceva parte della fortificazione cittadina (Mangturm). C’è anche un porto il cui ingresso è controllato dal nuovo faro e dall’imponente scultura del leone bavarese, simbolo di forza e fierezza.

Fronte austriaco

Se volete godervi il panorama più straordinario sul lago di Costanza, a Bregenz, sul fronte austriaco salite in funivia (trasporto bici gratis prima delle 10) sul monte Pfänder. A Stein am Rhein, seguendo il corso del fiume per 22 km, si può raggiungere Sciaffusa e visitare le spettacolari cascate del Reno. Oltre al panorama vi aspetta una divertentissima discesa. In bicicletta si può visitare anche l’isola di Reichenau, con un antico complesso monastico tutelato dall’Unesco.

Consigli utili

Il microclima di cui gode il Lago di Costanza fa si che sia un luogo di villeggiatura molto frequentato soprattutto nel periodo delle vacanze. Il consiglio, perciò, in alta stagione, è quello di rivolgersi ai tanti uffici turistici che provvederanno a prenotare di giorno in giorno le sistemazioni per la notte in strutture alberghiere o case private.

La pista è facilmente percorribile, in gran parte è su sfondo asfaltato e praticamente priva di dislivelli, rendendola così adatta anche ai non allenati. In estate è molto frequentata, non solo dagli appassionati della bici, ma da tante famiglie con bambini e perfino da nonni. Le piste sono tenute in ottimo stato senza le macchine che disturbano. Se non avete portato le bici con voi potete noleggiarle un po’ dappertutto. La segnaletica è eccellente, i cartelli appositi per i ciclisti ci sono dappertutto.

Prossimi eventi

Dal 9 settembre al 6 ottobre sono organizzate le settimane del pesce, durante le quali in quattordici ristoranti della sponda tedesca e quella svizzera dell’Untersee gli chef servono un menù di tre portate a prezzo fisso. Lavarello, pesce persico e altri pesci del Lago di Costanza costituiscono la portata principale.

Dal 21 settembre al 13 ottobre le settimane delle mele. La regione del Lago di Costanza è famosa per le numerose varietà di mele che vi vengono coltivate.

Per informazioni http://www.germany.travel/it/