E’ stato l’anno zero per Viagginbici e il nostro ultimo pensiero per il 2013 e il primo augurio per uno straordinario 2014 va ai nostri lettori: a chi ci ha seguito, a chi ci ha sostenuto, incoraggiato, a chi ha idealmente pedalato con noi!

 

Il 2014 sarà ricco di novità, che condivideremo sempre con voi.

 

Vi ricordiamo

gli articoli di Viagginbici più letti nel 2013

AL PRIMO POSTO IL PO’ E IL DELTA DI GORO

 

https://www.viagginbici.com/bici-in-famiglia/il-po-e-il-delta-di-goro-una-ciclabile-che-si-tuffa-nel-mare/

 

E’ importante frequentare le rive del Po alla stessa maniera in cui lo facevano i nostri nonni. Quelle rive ci faranno affiorare la nostalgia per la perduta bellezza e per la somma di saperi che al fiume erano legati. Ma il territorio, pur piegato da un’agricoltura industrializzata, regala scorci affascinanti fatti da golene, monumenti, chiese di

campagna, numerosi tesori artistici da scoprire, prodotti della terra ed eccellenze gastronomiche. Un territorio che si presta ad essere attraversato in bicicletta, fra alzaie e argini maestri, stradine di campagna e sentieri che lambiscono le rive del fiume. E’ infatti nel silenzio e nella lentezza delle passeggiate all’aria aperta che, più che in ogni altro modo, è possibile cogliere atmosfere senza tempo e gli echi del nostro passato.

 

AL SECONDO POSTO IL SENTIERO DEL PONALE

 

https://www.viagginbici.com/bici-e-natura/alto-lago-di-garda-il-sentiero-del-ponale/

 

E’ una vecchia strada che collegava Riva del Garda alla Valle di Ledro. Tra le ciclopedonali trentine è la più amata e la conferma è arrivata dalle migliaia di condivisioni del nostro articolo unite alle 200.000 visualizzazioni del post. Il panorama ricco di scorci suggestivi le fortificazioni costruite nella roccia e la natura rigogliosa della valle rendono questa gita estremamente affascinante.

 

AL TERZO POSTO LA PARIGI LONDRA IN BICICLETTA

 

https://www.viagginbici.com/bici-in-citta/parigi-londra-in-bicicletta-benvenuta-avenue-verte/

 

Più che un viaggio un sogno da realizzare. Le Olimpiadi di Londra del 2012 hanno prodotto questo risultato strepitoso: aprire una via verde che collegasse Parigi a Londra. Nella parte francese si pedala in mezzo  ai paesi che hanno dato i natali agli impressionisti e che continuano a stupire per la loro bellezza. Poi si traghetta e si percorre la regione del Sussex inglese. Quello che si riesce a vedere dalle due ruote è un’esperienza unica. Uscire da una capitale per approdare in un’altra a cavallo di una bicicletta è una conquista che vale la pena di sudare.

BUONE PEDALATE NEL 2014!!!

Ludovica Casellati