Ibiza e sinonimo di movida e di vita notturna. E’ l’isola del divertimento per persone di tutte le età, ma è anche una perla preziosa dal punto di vista naturalistico che vale la pena scoprire un po’ alla volta. Uno dei modi per farlo è quello di noleggiare una mountain bike, abbandonare per qualche ora le spiagge affollate, le strade trafficate, i centri presi d’assalto da migliaia di turisti e di seguire uno dei 21 percorsi segnati, più adatti al proprio grado di allenamento.

PORT DES TORRENT Un percorso facile

Uno dei più facili, di 15 km totali, è Port des Torrent, e prende il nome da una magnifica spiaggia che lo costeggia. La partenza è da San Antonio. L’origine di Sant Antoni di Portmany risale alla preistoria, come viene dimostrato dai ritrovamenti. Chiamato Portus Magnus dai Romani e Portumany dagli Arabi, San Antonio diventa un vero e proprio nucleo urbano dopo la Reconquista del re Jaume I. Nel XIV secolo si costruì la chiesa di Sant Antoni e nei suoi dintorni, il nucleo primitivo della città. La fortificazione di questa chiesa e delle abitazioni risale al XVI secolo e serviva a respingere l’attacco dei pirati e dei corsari, che proprio in quel periodo assediavano l’isola. La posizione di questa era strategica al centro del Mediterraneo, e per renderla più sicura si costruì, nel secolo XVII, una cintura di torrioni che costeggiavano tutto il perimetro insulare. Non a caso sull’isola si trovano molte di queste fortificazioni a difesa dei centri abitati; nel territorio di San Antonio c’è quella di Torri d’en Lluc, circondata da altissime scogliere. Merita una visita anche la chiesa di Santa Agnès, una cappella sotterranea, molto ben conservata ed estremamente suggestiva perché situata dentro una grotta.

IL TRAGITTO IN BICICLETTA

Il tragitto in bicicletta è lineare e dopo Calle Concas si imboccherà una strada sterrata che attraversando pinete, sentieri e pietraie, vi condurrà fino a Calle Bassa, una stupenda baia dalle acque cristalline dove sarà impossibile non concedersi un bel bagno ristoratore. Vi sembrerà di essere in un’isola caraibica, e in quel momento capirete che Ibiza ha anche un altro volto. Riprendendo la strada continuerete a scorgere calette, scogliere e isolotti di impareggiabile bellezza, come l’Isola Conejera.

IL CAMI VELL DI SANT RAFEL

Da San Antonio parte un altro itinerario che porta alla scoperta dell’entroterra e si chiama Cami Vell di Sant Rafel: si tratta di un percorso di 12 chilometri con poco dislivello, che attraversa campi e tenute contadine. A rendere gradevole questa escursione i muri di pietra, risalenti a centinaia d’anni fa e utilizzati per dividere le tenute, che si mimetizzano fra la vegetazione, arrivando a costituire un paesaggio molto caratteristico. E ancora mandorli, carrubi, pini campi coltivati orti tipici fino a giungere a Sant Rafel e visitare la sua imponente chiesa che ricorda una fortezza. Anche questo è un tragitto facile percorribile in mountain bike lungo strade asfaltate, sterrate e sentieri in mezzo ai campi.

Ibiza è ricca di eventi disseminati in tutto il suo territorio, dai mercatini Hippy, a quelli di artigianato locale, alle fiere o occasioni enogastronomiche. Vale dunque la pena scoprire questi suoi angoli nascosti e meno battuti dal turismo di massa per trascorrere con tutta la famiglia una vacanza straordinaria e unica.

Per informazioni www.spain.info

 Ludovica Casellati