Il 14 e 15 settembre le Tre Cime di Lavaredo saranno la patria della Mountain Bike visto che ospiteranno i mondiali 2018. Le gare del Mondiale Marathon attraverseranno il territorio del Cadore, sotto le Tre Cime di Lavaredo riconosciute patrimonio naturale dell’umanità dall’Unesco.


45 le nazioni rappresentate nelle gara e i migliori biker della specialità provenienti da tutto il mondo si sfideranno per conquistare il titolo iridato detenuto dall’austriaco Alban Lakata e dalla danese Annika Langvad, lungo un tracciato spettacolare che vedrà l’inaugurazione della nuova discesa delle Tre Cime.

La manifestazione riservata agli atleti elite attraverserà la nuova pista ciclabile Auronzo-Misurina che il giorno dopo ospiterà anche la 3Epic MTB Marathon dedicata agli amatori, tre percorsi con diversa lunghezza e dislivello che in parte si sovrapporranno al tracciato del Mondiale, permettendo a tutti gli appassionati di vivere le emozioni e i brividi di un percorso di livello internazionale.

La gara del mondiale avrà lunghezza di 102 km per gli uomini e un dislivello di 4.200 metri, 89 km per le donne e un dislivello di 3.400.


“Sono sicuro che questa manifestazione sarà un successo pazzesco. – ha dichiarato il presidente del Comitato olimpico nazionale, Giovanni Malagò – Il Veneto ultimamente sta facendo molto per essere al centro dell’attenzione sottolineando con iniziative ed eventi la sua centralità nello sport. Ricordo inoltre che la mountain bike è una disciplina olimpica nella quale l’Italia vanta una storia significativa”.
“Per noi questo Mondiale è una grande partita che si terrà in uno scenario fantastico. – ha dichiarato il Governatore del Veneto Luca Zaia – La nostra è la regione più ciclistica d’Italia, da noi la bicicletta è di casa: l’obiettivo è quello di valorizzare ciò che abbiamo attraverso gli eventi sportivi”.