Aida, ovvero Alta Italia da Attraversare, è un itinerario ciclabile che congiunge il passo del Moncenisio con il capoluogo Giuliano, attraversando tutte le città dell’Alta Italia (Torino, Vercelli, Novara, Milano, Brescia, Verona, Vicenza, Padova, Treviso, Venezia, Pordenone e Udine). L’itinerario non ha richiesto la creazione di nuove infrastrutture, ma seguendo la filosofia FIAB, per definirne la forma si è usata l’unione dei tracciati esistenti, in grado di soddisfare sia la domanda di percorsi ciclo-turistici che prevede di collegare le attrazioni, sia la domanda di mobilità locale che invece chiede di collegare i paesi.
L’itinerario prevede più di 900 chilometri prevalentemente pianeggianti e su sede propria, dato che l’itinerario si appoggia a molti percorsi regionali esistenti o in via di sviluppo, come la Francigena della Val di Susa, il Canale Cavour, Canale Villoresi, Naviglio Martesana, Alpe Adria. La ciclabile attraversa un territorio di impatto naturalistico rilevante e con una spiccata capacità ricettiva.
La Fiab ha lanciato una raccolta fondi perché servono 30.000 euro per segnalare con adesivi i 900 km delle ciclovia. Mercoledì 6 novembre apre il crowdfunding di AIDA, Adottiamo un km di Aida, che durerà fino a domenica 15 dicembre.

Non perderti questo:   Il Piemonte su misura, nasce una rete per la promozione turistica


www.aidainbici.it
ciclobby.it