Al Museo Ghisallo le foto di Guido Rubino

In occasione dell’arrivo del Giro d’Italia femminile al Ghisallo (è l’ultima tappa) verrà inaugurata, presso il Museo del Ghisallo, la mostra fotografica “Artigiani, bici e città” con le immagini di Guido Rubino, di Cycleinside

Fotografie che raccontano diversi momenti della bicicletta, dalla sua nascita, dal fuoco dell’artigiano, alla passione di chi ci mette le mani su per ripararla e farla risorgere. Gli occhi allegri di chi fa biciclette, le donne. La bicicletta pedalata in città, magari con un pizzico di nostalgia di un tempio del ciclismo che fu.

Una mostra raccontata nelle parole di Gino Cervi di Cyclemagazine:

“Mani. Mani e acciaio. Mani, acciaio e fiamma. Ma soprattutto mani. Sono le mani a dare un’anima alle biciclette. La costruzione di una bicicletta è un racconto mitologico. Non ci credete? Date un occhio a queste foto. Non è la fucina di Efesto, non è la caverna platonica. Sono botteghe, officine, sono banconi di lavoro, morsetto e cannello: qui nascono le biciclette italiane. Quelle che hanno un’anima, appunto. Un’anima che, attraverso le mani, passa dalla mente e dal cuore di chi le plasma alla materia e alle forme: tubi, cerchioni, mozzi, forcelle, raggi. Un lavoro artigiano che conserva e tramanda la sua essenza umana, anzi umanistica. Le biciclette hanno un’anima perché vivono le storie di chi le costruisce, le incorporano nelle loro sostanze di metallo, gomma, plastica, cuoio. E restituiscono sorrisi: prima a chi le ha costruite, poi a chi le farà pedalare. Su una strada ombrosa, lungo un tornante impervio, sopra il pavé di un centro storico. O sui listelli di legno di abete di una pista magica. Mani, anima, passione. E la bici fu.”

 

La mostra sarà esposta dal 13 luglio, per tutto il mese, presso il Museo del Ghisallo (per orari e giorni di apertura si faccia riferimento al sito www.museodelghisallo.it)

La redazione