Gino Bartali è il simbolo del riscatto dell’Italia in sella alla bicicletta, per questo piace a tutti! E’ un esempio sicuramente per gli sportivi ma  può diventarlo per tutti noi oggi. E’ un personaggio moderno e attuale più che mai perchè proprio la bicicletta deve diventare il nostro mezzo privilegiato per gli spostamenti e il simbolo della nostra rinascita. Può sembrare riduttivo ma se non vogliamo regredire, soffocando schiacciati dal PM10, o rischiando nei mezzi pubblici di essere contagiati, beh dobbiamo fare una cosa sola: saltare in sella alla bici. Faremo del bene a noi stessi e agli altri:

  1. perchè mettiamo in moto il fisico
  2. perchè non inquiniamo
  3. perchè ci distanziamo dagli altri mentre andiamo da un luogo all’altro
  4. perchè non affolliamo i mezzi pubblici

Oggi salvare vite, come ha fatto Bartali con più di 800 ebrei, vuol dire soprattutto assumere comportamenti responsabili e sostenibili. Se ognuno di noi darà il buon esempio, beh potrà dire di aver contribuito a fermare questo nemico invisibile che sta minacciando le nostre vite.

E poi c’è una grande frase che mi piace ricordare pensando alle tante persone che sono in prima linea e non dicono nulla e non appaiono in tv, e non vogliono essere chiamate eroi nè angeli:

“Il bene si fa ma non si dice. E le medaglie si appendono all’anima non alla giacca”