E’ stata Rimini ad ospitare, in occasione della XXXV Assemblea Nazionale ANCI, la premiazione della 2^ edizione del premio ideato da Viagginbici.com e promosso da Anci e Fondazione Iseni Y Nervi, con Acea e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, “Urban Award”.

Vince Cesena con i suoi”Percorsi sicuri” e il rimborso chilometrico: sul palco a premiare l’Ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, Il Presidente di Anci Antonio De Caro, il Presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni e l’ideatrice del premio il direttore di Viagginbici.com Ludovica Casellati. Oltre al premio consegnato oggi, verrà organizzato un viaggio – stampa che porterà nel Comune primo classificato dieci giornalisti italiani, per consentire un’ampia promozione del progetto di mobilità sostenibile premiato.

Cesena si è guadagnata un voto pressochè unanime per la completezza e la ricchezza delle progettualità in campo. Importante nella valutazione della giuria è stato il riconoscimento di un rimborso chilometrico di 25 cent a chi va al lavoro in bicicletta.

“L’obiettivo di questa iniziativa – ha sottolineato il Presidente della giuria Ludovica Casellati – è quello di innescare una gara virtuosa tra i Comuni affinchè investano sulla mobilità sostenibile come le città premiate. Tra le tante idee quella del rimborso chilometrico riconosciuto ai lavoratori che utilizzano la bicicletta e non l’auto di Cesena e quella della Cicletteria di Parma, mi hanno entusiasmato”.

Anche in questa seconda edizione Urban Award ha riscontrato un notevole interesse e un’ampia partecipazione da parte dei Comuni, grandi e piccoli, di tutto il territorio italiano. Tutte le progettualità inoltrate, corredate di una corposa documentazione fotografica e video, hanno come obiettivo quello di cambiare e migliorare i trasporti nelle grandi e piccole città con tutta una serie di servizi e mezzi di trasporto pensati e messi a disposizione dei cittadini per ridurre le problematiche legate al traffico, migliorare la qualità dell’aria, ridurre l’inquinamento atmosferico ed i consumi energetici.

La giuria del premio si era riunita all’inizio di ottobre, nella sede nazionale ANCI di Roma, per valutare e selezionare le progettualità più interessanti e innovative riguardanti la mobilità sostenibile dei Comuni italiani. La giuria era composta da rappresentanti delle Istituzioni, opinion leader, associazioni, giornalisti del settore turistico e della bicicletta: Ludovica Casellati (Presidente giuria), direttore responsabile di Viagginbici.com il magazine di turismo sostenibile e ideatrice del Premio; Massimo Cirri, autore Caterpillar Radio 2; Maria Rita Grieco, caporedattore TG2; Francesco Giorgino, giornalista TG1 e docente Luiss; Massimo Poggio, attore; Paolo Liguori, direttore Tgcom24; Renato Di Rocco, presidente Federazione Ciclistica italiana; Gianluca Santilli, presidente Osservatorio Bikeconomy; Giancarlo Feliziani, caporedattore Tg La7; Fabrizio Iseni, presidente Fondazione Iseni Y Nervi e Editore Malpensa24; Stefano La Porta, presidente Ispra; Antonella Galdi, Anci; Francesco Condoluci, caporedattore Economy; Monica Sala, giornalista conduttrice RadioMonteCarlo; Guido Rubino, Cyclinside.

Alla giuria è piaciuto particolarmente il progetto proposto dall’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune di Cesena che ha rivolto una particolare attenzione alla mobilità sostenibile prevedendo di spostarsi con il trasporto pubblico, in bicicletta e a piedi, realizzando progetti educativo-culturali e coinvolgendo i più piccoli, gli anziani, i portatori di handicap e le famiglie, e partecipando al progetto regionale “Percorsi sicuri casa-scuola”.

In questa speciale classifica è arrivata seconda la città di Padova, terza Napoli e menzione speciale Acea per Parma. Padova ha puntato sulla “Bicipolitana Patavina” prevedendo un piano di ciclabilità di rete, continuità e sicurezza, opere stradali per i ciclisti definite da standard di qualità, azioni e servizi per lo sviluppo ciclistico urbano. Napoli ha partecipato ai progetti approvati dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare nell’ambito del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. A Parma è nata la “Cicletteria” spazio innovativo multifunzionale (city bike, cargo bike, bici per bambini, tandem e triciclo per persone con problemi di deambulazione o anziani).

Viene premiato nell’Urban Award il Comune che si sta organizzando a mettere in atto un sistema viario moderno ed efficiente. Parliamo di mobilità sostenibile, per realizzarla occorrono nuove auto, nuove tecnologie, progetti e l’impegno di tutti.

“Ritengo la bicicletta uno strumento di straordinaria simpatia ed attualità da cui non si dovrebbe più prescindere al giorno d’oggi. – dichiara Matteo Marzotto, Ambassador del Premio Urban Award, imprenditore, presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica e Vice Presidente di Italiano Exhibition Group – Adatto a tutti e che ritengo metta tutti d’accordo, proponibile ad ogni cittadino dai 5 ai 95 anni e oltre, uno strumento che ben racconta questa nostra straordinaria Italia, straordinaria anche per competenza scientifica, generosità e passione del bello e del ben fatto. Pedalare fa bene. Non smettiamo di pedalare!”.

“La mobilità è un diritto, esattamente come lo sono la sanità, l’istruzione, la casa. – sostiene Antonio Decaro, Presidente ANCI- Una città ideale dovrebbe essere divisa in tre, sotto il profilo della sua viabilità: per un terzo dovrebbe essere dedicata ai mezzi privati, per un terzo al trasporto collettivo e per un terzo alla mobilità lenta, quella ciclopedonale. Le istituzioni, tutte insieme, hanno il dovere di investire sulle infrastrutture, come quelle di interscambio tra trasporto ferroviario e mobilità ciclistica, e di provocare un cambio di mentalità, incentivando l’uso della bicicletta, che, oltre ad avere un utile impatto sullo smog e sullo stile di vita, favorisce la riscoperta di territori e paesaggi che a bordo di un mezzo veloce non si possono apprezzare. Noi sindaci ci crediamo. E lo dimostrano le tante iniziative locali, di cui questo premio favorirà un opportuno scambio, e la nostra azione di sollecito costante al parlamento e al governo. L’approvazione, lo scorso febbraio, della legge sulla mobilità ciclistica di cui, da parlamentare, sono stato primo firmatario, ne è un esempio”.

Il premio

Vivere la città in una nuova modalità green, scoprire e riscoprire i luoghi anche meno conosciuti del nostro Paese, muoversi senza inquinare, viaggiare in modo consapevole. Questi affascinanti obiettivi non sono più utopistici. La bicicletta è un modo di vivere e socializzare, ma anche un mezzo che, oltre a essere alla portata di tutti, consente di includere nel viaggio il paesaggio. è sinonimo di libertà, perché affida e commisura il viaggio alle gambe di chi pedala e soprattutto è alla portata di tutti. L’Italia potrebbe essere visitata agevolmente in bicicletta se solo venissero create le condizioni per farlo. Obiettivo di “Urban Award” è far conoscere le soluzioni che i Comuni stanno programmando o realizzando per consentire ai cittadini e ai turisti di incrementare l’utilizzo di biciclette e trasporti integrati per i propri spostamenti. Il tutto per favorire la mobilità sostenibile in grado di diminuire l’impatto ambientale generato dai veicoli privati.

I progetti premiati

CESENA

#cambiamomarcia è il progetto del Comune di Cesena rivolto a modalità di spostamento sostenibili, che abbiano un minore impatto sulla città, sull’ambiente e che favoriscano la salute, la sicurezza e la socialità. Il progetto si articola in tre filoni principali: la mobilità casa – scuola, la mobilità casa – lavoro, la creazione o il completamento di lavori infrastrutturali e servizi integrati ed innovativi per la mobilità sostenibile. Il progetto, iniziato nel 2018 terminerà nel 2021, si integra nelle politiche di mobilità sostenibile e riduzione del traffico, quali ad esempio i parcheggi scambiatori, che contano quasi 300.000 utenti all’anno, dove bus navette prevedono il trasporto verso il centro storico con biglietto giornaliero a 10cent, lasciando l’auto fuori dalla città. #cambiomarcia casa lavoro prevede un incentivo di 0.25€ al chilometro, fino a un massimo di 2.50€ al giorno e 50€ al mese, per i cittadini che decidono di cambiare abitudini e iniziano ad andare al lavoro in bicicletta, abbandonando l’auto.

PADOVA

La Bicipolitana Patavina ha come obiettivo il completamento e la realizzazione dei principali itinerari ciclistici radiali, la realizzazione di passerelle pedonali e ciclistiche per collegare le sponde dei fiumi e la creazione generale di adeguate condizioni di sicurezza per pedoni e ciclisti con interventi di moderazione del traffico, allo scopo di riequilibrare lo spazio delle strade urbane a favore della ciclabilità. Oggi Padova offre 168 km di itinerari ciclabili e l’obiettivo di medio – lungo termine (2030) è arrivare al 25% di spostamento quotidiano con le due ruote e offrire alla città una rete di 300 km di infrastrutture e facilitazioni per i ciclisti. 30.000.000 di euro lo stanziamento previsto dal Comune per tutti gli interventi.


NAPOLI

Il progetto, denominato “Azione integrata a sostegno della mobilità ciclabile per gli spostamenti casa-scuola”, si articola in quattro azioni sinergiche: l’intervento di riqualificazione di corso Umberto I con la realizzazione di una pista ciclabile per tutta la lunghezza della strada; la realizzazione dei lavori di riqualificazione di via

Mezzocannone con il miglioramento della fruibilità e della vivibilità della strada, in particolare per quanto concerne il traffico ciclo-pedonale; un corso di formazione “Mobility manager scolastico” destinato ai docenti degli istituti scolastici cittadini di ogni ordine e grado; il bando di concorso “Rendi più sicuro il tragitto casa-scuola”, rivolto a tutti gli istituti scolastici della città.

by laura saffiotti

PARMA

E ‘stata inaugurata nel 2016 la “Cicletteria”: si trova in un’area riqualificata vicino alla Stazione Ferroviaria, ex Temporary Station con ingresso da Piazzale Dalla Chiesa. Questo nuovo spazio offre a tutti, cittadini, pendolari e turisti, diversi servizi per muoversi a Parma: deposito coperto e custodito per biciclette, scooter e moto; noleggio biciclette; manutenzione biciclette; iscrizione al servizio Bike Sharing di Parma Mi Muovo in Bici; vendita biglietti e abbonamenti autobus TEP.

Green mobility

La green mobility deve diventare una delle principali linee guida dei Comuni italiani. E’ importante che le amministrazioni mettano in atto piani lungimiranti, formulando proposte per una mobilità alternativa e sostenibile a lungo termine. Best practice che escano dalla dimensione progettuale per entrare nella vita di tutti giorni dei cittadini. L’uso dei mezzi pubblici, della bicicletta e di tutte le forme di mobilità dolce deve essere agevolato e diventare la scelta preferita dai cittadini. Questo Premio vuole fare in modo che le best practice diventino una vera e propria filosofia di vita, perché non si può più prescindere dall’educazione ambientale sostenibile.

Il video spot

Per l’edizione 2018 è stato girato un video – spot dal titolo “L’Italia Pedala!”, della durata di un minuto, ideato e prodotto da Napoli Pedala Pedala ha la regia di Simone Di Dato, un giovane ventunenne emergente, come aiuto regista Luca Simeone Direttore di Napoli Bike Festival e come “attore” protagonista Antonio Tempesta dell’Associazione Napoli Pedala. La supervisione creativa è stata affidata ad Alberta Schiatti, creativa pubblicitaria con grande esperienza nelle più quotate agenzie milanesi. Lo spot mostra in modo evocativo ed emozionale il passaggio dalla realtà urbana attuale, congestionata da traffico e smog, a una ideale, in cui essere liberi di muoversi in città e di respirare. E racconta, solo con le immagini e la musica, del beneficio che ne deriverebbe. Alla fine, una pedalata collettiva, in una realtà urbana pulita e nuova, conduce all’appello conclusivo rivolto a tutti i Sindaci italiani a partecipare all’Urban Award, per rendere l’Italia sempre più green e pedalabile. I cittadini sono pronti, adesso tocca ai Sindaci. https://youtu.be/yJ3MFenP9BY (YOUTUBE).