Lunga due chilometri è la nuova pista ciclopedonale che collega Scaldasole e Sannazzaro dè Burgondi in provincia di Pavia. La ciclopista costeggia la provinciale 206 ed è realizzata con oltre 200mila euro del gruppo Eni, l’ultima delle opere condivise tra i Comuni, il Ministero per l’Ambiente e la multinazionale come compensazioni ambientali per la costruzione dell’impianto Eni Est. In questi giorni è stata inaugurata la pista che probabilmente sarà dedicata alla memoria del giornalista pavese Gianni Brera.


Il progetto prevedeva due chilometri paralleli alla trafficata provinciale, dotata di guardrail, di illuminazione notturna e di un filare di pruni con siepe sempreverde nel versate verso Sannazzaro.
Cosa vedere da queste parti?
Il castello di Scaldasole, una delle presenze d’architettura fortificata più significative della provincia di Pavia e dell’intera regione, è composto da un castello e da un ricetto. Tale tipologia edilizia, unica nel panorama lombardo, è frequentissima nel vicino Piemonte.
Riserva Regionale Boschetto di Scaldasole: occupa un dosso sabbioso ed è una delle pochissime zone forestali residue della Lomellina, in totale una superficie di 73 ettari.

Non perderti questo:   BiCiclope, antifurto social per le biciclette


Per i ciclisti amanti della buona tavola da assaggiare il risotto alla sannazzerese. Nel 2015 la Città di Sannazzaro de’ Burgondi viene insignita dalla Confraternita del Risotto la «1^ Città del Risotto».