Dipendenti ecologicamente virtuosi? Arriva l’app che consente di ottenere sconti e promozioni!

Cosa si deve fare? Andare al lavoro camminando o in bicicletta!

Sta arrivando “Jojob Bici e Piedi”, per incentivare i dipendenti che lasciano a casa l’auto. L’app per smartphone permetterà di certificare sia le tratte casa-lavoro percorse in carpooling, che quelle fatte a piedi e in bici.

JoJob la app

Grazie a questa funzione i dipendenti delle aziende aderenti, potranno certificare i propri tragitti casa-lavoro percorsi camminando o in bicicletta e calcolare il risparmio in termini ambientali ed economici.

Secondo le stime di Jojob, ogni viaggio percorso in bicicletta o a piedi genererà un risparmio in termini di anidride carbonica pari a 130 g/km e un risparmio economico per il dipendente pari a 0,20 euro per ogni km percorso senza l’utilizzo dell’automobile.

JoJob la app

Scaricando l’app di Jojob e registrandosi, i dipendenti troveranno nella sezione “certifica” due nuove modalità di viaggio, Bici e Piedi, che potranno attivare ogni qualvolta si troveranno a percorrere il tragitto casa-lavoro con queste modalità di spostamento. Durante tutto il viaggio, l’app traccerà il percorso grazie al tracking GPS e il dipendente alla fine riceverà il proprio report di viaggio.

I viaggi casa-lavoro percorsi in bici e a piedi consentiranno ai dipendenti di maturare dei punti, le cosiddette “Foglie Oro”, per accedere ad una serie di promozioni: dagli sconti per gli impianti sciistici o i parchi divertimento, alle convenzioni con hotel e ristoranti.

JoJob la app

La funzione Jojob Bici e Piedi andrà ad integrarsi con quella del carpooling aziendale di Jojob, che certifica i viaggi condivisi tra colleghi e dipendenti di aziende limitrofe per raggiungere la sede aziendale in auto e che nel solo 2017 ha permesso di risparmiare 1.714.120 km e non emettere in atmosfera 222.835 chili di CO2.

E intanto escono altri incoraggianti dati, la mobilità condivisa infatti piace agli italiani: bike sharing, car sharing e carpooling (l’uso di gruppo di una sola auto) fra il 2015 e il 2017 sono aumentati del 50%.

Sono state 18,1 milioni le persone che hanno usato almeno uno di questi servizi, pari al 28% della popolazione. I dati emergono dal secondo Rapporto nazionale dell’Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility, promosso dal ministero dell’Ambiente.

Nel 2017 si sono registrati 357 servizi di sharing mobility, di cui il 76% di biciclette, +17% rispetto al 2016, il 58% al Nord.

Milano si conferma prima (quasi 3.400 auto, 16.650 bici e più di 100 scooter elettrici), mentre il Sud ha fatto registrare la crescita più alta (+57%). Gli utenti del car sharing sono 1.077.589 (2017), con 62 milioni di km percorsi e 7.679 veicoli in servizio. Questi però circolano per il 43% a Milano e 24% a Roma.

Il carpooling ha 2,5 milioni di utenti, con una forte crescita nell’uso casa-lavoro: +350% dal 2015 al 2017. Il bike sharing è a quota 39.500 bici offerte in 265 Comuni. Nell’ultimo anno il servizio è cresciuto del 147%.

Non perderti questo:   Il 6 novembre a EICMA i vincitori dell'Urban Award