Che il corpo umano sia una macchina perfetta lo sapevamo, che l’energia che sprigioniamo si possa trasformare in carica elettrica, hanno iniziato da qualche tempo a dircelo, che poi la nostra carica venga usata per farci fare anche meno fatica pedalando lo scopriamo solo ora!

Photo_10Si chiama Bike + ed è uno spin off del Politecnico di Milano. Gli elementi visibili sono una piccola “batteria” che viene montata tra i raggi della ruota posteriore e che si ricarica pedalando, ma nel frattempo funziona da facilitatore della pedalata eliminando quasi totalmente la fatica.

E’ a tutti gli effetti una e bike, una bicicletta a pedalata assistita, solo che il motore siamo noi e anche la ricarica! La Zehus, che sta portando sul mercato questo brevetto unico al mondo, è convinta che rivoluzionerà le nostre abitudini.

Non perderti questo:   Il 29 settembre a Gallio la Marathon Hurry up

Photo_07

“Bike + ottimizza le energie di chi pedala usando una tecnologia molto sofisticata: i test metabolici -dichiara Costantino Ruggiero, Ceo Zehus- hanno dimostrato che l’efficienza del corpo umano può essere aumentata fino al 30% in più grazie a Bike+. I vantaggi sono meno fatica, meno traspirazione, più facilità a superare salite o ostacoli, possibilità di coprire lunghe distanze sostituendo moto o automobili”.

Un altro grande vantaggio è che la “batteria” è leggera e può essere montata su qualsiasi bicicletta. Chi vorrà fare fatica continuerà a farla, ma chi fino ad oggi ha rinunciato alla bicicletta per non arrivare accaldato e trafelato al lavoro trova in Bike+ la soluzione a tutti i suoi problemi!