La primavera, la stagione più bella: è il risveglio della natura dopo mesi di freddo in cui tutto sembrava immobile e congelato per sempre e, invece… Le prime gemme fanno capolino dai rami degli alberi, le margherite riempiono i prati ed i profumi che solo i primi raggi tiepidi di sole riescono a diffondere nell’aria, ci confermano che sì, la Primavera è arrivata davvero.

Il torpore dell’inverno è alle spalle; adesso

è ora di tirare fuori le biciclette ed iniziare a sgranchire le gambe,

anche le nostre selle partecipano a questa festa di Primavera, con vesti nuove dai colori sgargianti, un vero e proprio tributo a questa stagione che amiamo immensamente.

Selle Royal, della quale via abbiamo precedentemente parlato per l’innovativa

sella tattoo, che si cambia in un click (leggete qui il nostro articolo),

ha chiesto a tre giovani designers della scena internazionale, di dare un’interpretazione di cosa significhi per loro la libertà che solo una pedalata in bicicletta, possa offrire, fornendo un titolo di partenza:

Landscape, orizzonte; una parola, mille evocazioni!

E loro, sono riusciti a trasmettere e concretizzare questo nome  nella sella tattoo Landscape, come solo chi ama il proprio lavoro, riesce a fare.

selle royal

Malika Favre,

artista francese che vive a Londra (diverse le sue collaborazioni con: The New Yorker, Vogue, BAFTA, Sephora e Penguin Books) ha preso ispirazione dalla forma della sella stessa.

La natura triangolare è ciò che ha ispirato il design di “Ballon”,

decidendo di creare qualcosa di divertente e molto “grafico” per la sua sella, qualcosa che accennasse alla sensazione di libertà e di viaggio. Cosa ne è uscito?

Una mongolfiera, lo sfondo blu del cielo e i raggi del sole, che più evocativo di libertà di così non si poteva!

Simone Massoni,

visual artist, che si occupa di tutto ciò che è visivamente stimolante.

A Firenze, città che lo ha adottato, lavora e produce opere che girano il mondo attraverso mostre, pubblicazioni, libri e installazioni.

Inizia la propria carriera come illustratore di libri per bambini e in questa sella da lui ridisegnata, che ha volutamente rinominato

landXscape, titolo studiato per giocare con l’idea di un paesaggio da cui si vuole scappare senza riuscirci,

ritroviamo probabilmente gli esordi alla sua prima essenza di illustratore per ragazzi; la sua sella tattoo, è infatti una via di fuga tra il gioco e la logica, come solo da bambini si riesce a fare.

Diverse le collaborazioni illustri anche per Simone e le sue opere pubblicate e premiate da riviste e associazioni fra cui IDN, American Illustration, Society of Illustrators NY, Print Magazine, Playboy.  Moltissime le collaborazioni con: Pentagram a Facebook, Penguin Books The New Yorker, The New York Times, Gallimard, Guess, Feltrinelli, De Agostini, Random House per citarne alcuni.

Giovanna Giuliano

Giovanna Giuliano è una illustratrice freelance che vive e lavora a Trieste.

Laureatasi all’Accademia di Belle Arti di Venezia in progettazione grafica, negli ultimi 2 anni ha scelto di dedicarsi principalmente all’illustrazione editoriale.

I suoi soggetti preferiti? Piante e città, ma in un’ottica di continua sperimentazione di colori, forme e prospettive, disegna continuamente nuovi soggetti.

Per la sella  Landscape, ha coniugato l’amore per le città, in particolare Chicago

che lei ama molto, in un gioco di prospettive, di luci e di ombre, che fanno perfettamente intravvedere sia l’orizzonte (dei grattacieli) che la via di fuga, trasportati da un palloncino…

Anche Giovanna ha illustrato per aziende molto note, come: Luxottica, Wired Uk, Financial Times, Fortune Magazine, Mr Porter, Modus, Metropolitan, Strutt & Parker, Professional Manager ecc.