Torino in bicicletta, cultura e gusto

Torino è una città dai mille volti: ha il fascino della prima capitale d’Italia, è famosa nel mondo dell’automobile per aver dato i natali alla Fiat, è ambasciatrice del gusto per grandi marchi di caffè e cioccolato, ed inaspettatamente è a misura di bicicletta!

torino by bike
La mobilità ciclabile qui è stata fortunatamente sostenuta e agevolata: sono tanti i percorsi tra cui scegliere per conoscere ed amare questa bella città: si pedala alla scoperta di Piazza Vittorio,di Ponte Vittorio Emanuele I, della Mole Antonelliana e  lungo le rive del fiume Po attraversando Parchi di straordinaria bellezza.

torino in bicicletta
Volendo concederci un fine settimana senza pensare a nulla possiamo affidarci ad un tour operator. Jonas ad esempio propone un weekend che  inizia ufficialmente nel tardo pomeriggio del venerdì. Siamo nel cuore di Torino e la sera è facile farsi coinvolgere nelle animate vie del centro, tra serate di musica dal vivo e aperitivi interminabili.
Il sabato e la domenica pedalate rigeneranti si alternano a passeggiate in compagnia: lungo le placide rive del Po, passando per il parco naturale delle Vallere fino all’area verde Italia ’61 nata per le celebrazioni per il Centernario d’Ialia, scopriremo che Torino riserva molti angoli verdi e di ampio respiro.

Non perderti questo:   In archivio l'edizione 2019 del Bike Festival di Civitanova

mole antonelliana
A farle da contraltare gli eleganti portici, le maestose piazze, i palazzi ricchi di storia che si rivelano ai nostri occhi nel loro splendore. A contribuire a tanto splendore sono state le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia.
Si pedala lungo la storia: Museo Egizio, Piazza San Carlo, Palazzo Reale e Palazzo Madama in Piazza Castello, il Duomo e l’immancabile Mole Antonelliana che ci porta su, in alto a 85 metri d’altezza, sulla terrazza panoramica per una vista a 360 gradi.

portici torino

Torino forse da il meglio di sé anche dall’alto: è imperdibile la collina di Superga coronata dall’omonima basilica, definita da Le Corbusier “la posizione più incantevole del mondo“. La si può raggiungere comodamente con un antico trenino a cremagliera, caricando le fedeli biciclette al seguito.

superga in bici

E per ricaricarsi dopo queste escursioni sui pedali, un assaggio al rinomato cioccolato artigianale torinese è d’obbligo!

Per tutte le informazioni su questo fine settimana e altro rivolgersi a Jonas

La redazione