Dal Monviso a Saluzzo lungo il Po in bicicletta

Siamo in Piemonte. Solitario e maestoso, il Monviso, il Re di Pietra, ha rubato infiniti sguardi e affascinato viaggiatori di ogni tempo. Lontana dalla frenesia del mondo, la Valle Po è percorsa da un’intensa rete di sentieri adornati da piccole cappelle in legno e da antiche mulattiere che, per molti secoli, videro il passaggio di innumerevoli viaggiatori, predicatori e pellegrini, affaticati dal lungo viaggio e stremati dall’incertezza del futuro.
Da percorrere in bici, senza fretta.

Monviso, gulliver.it
Bike Monviso è un itinerario ciclabile ad anello che si sviluppa per 42 km fra la media e bassa Valle Po sui territori dei comuni di Paesana, Sanfront, Rifreddo, Gambasca, Martiniana Po e Revello, segnalato da frecce blu recanti la scritta bianca “Bike Monviso”, seguendo il versante orografico destro del fiume Po. Il ritorno si sviluppa in senso inverso risalendo a Paesana sul versante opposto del Po. Bike Monviso può tuttavia essere percorso partendo da un qualsiasi punto, in qualunque direzione e scegliendo a piacere i possibili tagli interni.
Percorribile da marzo a novembre, il tracciato, di media difficoltà, si sviluppa tra la quota minima di 339 m sul territorio di Revello e la quota massima di 658 m nel comune di Paesana, alternando leggere discese e salite su fondo misto di tratti asfaltati e sterrati, adatto a biciclette idonee al cross-country.

 

Balma Boves 3Il percorso, immerso nei boschi e nel silenzio della natura ma non classificato come pista ciclabile e quindi non a percorrenza esclusiva delle biciclette, disegna al suo interno tre anelli particolarmente adatti per famiglie e non professionisti: il primo si sviluppa dolcemente fra i prati di Paesana, il secondo ai piedi del Mombracco fra Sanfront e Martiniana Po e il terzo fra le silenziose campagne di Revello. Durante gli inverni particolarmente secchi rappresenta una valida occasione per chi vuole mantenersi in forma o preparare la stagione agonistica successiva.

Non perderti questo:   Pedalare tra gli alberi e in mezzo all'acqua

 

 

Info IAT Valle Po
Via S. Croce, 4 –Paesana
Tel. 017594273
[email protected]
www.vallidelmonviso.gov.it
A.S.D. Bici da Montagna – Paesana
cell 335 82 52 960
[email protected]
www.mtbvallepo.it

Progetto Un Po’ per L’Expo
http://www.unpoxexpo2015.org
Ostana, foto Gianfranco BattistiDa vedere nei dintorni
Molteplici nei dintorni i tesori naturalistici e architettonici da scoprire, come l’Abbazia Cistercense di Staffarda, la Cappella Marchionale di Revello, il Monviso con il Pian del Re, dove nasce il fiume Po, il sito archeologico di Balma Boves, borgata costruita sotto una roccia e Ostana, città interamente in pietra.
A pochi minuti d’auto, da non perdere una visita a Saluzzo, antica capitale dell’omonimo Marchesato, una delle più affascinanti città del Piemonte (l’antico Castello dei Marchesi di Saluzzo), la chiesa di San Giovanni, Casa Cavassa, abitazione signorile del sec. XV e il museo di Silvio Pellico.

 

 

Balma Boves, foto Gianfranco Battisti

 

 

 

 

Sulla via del ritorno, il Castello della Manta (FAI) con l’affresco della Fontana della Giovinezza e il Castello di Racconigi, residenza estiva della famiglia reale dei Savoia fino al 1946, tappa imperdibile del “Circuito delle Dimore Sabaude”.
Dove dormire: Agriturismo La Virginia, www.lavirginia.it

 

 

 

Laura Colognesi