La Valpolicella è terra rinomata e conosciuta nel mondo per i suoi vini, ma non sono da meno le sue meraviglie naturali e storiche. I comuni della Valpolicella sono Dolcè, Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar di Valpolicella, Pescantina, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sant’Anna d’Alfaedo, San Pietro in Cariano. Il progetto della rete ciclistica in Valpolicella e Valdadige riprende i tracciati delle strade romane, ora strade secondarie o di campagna a basso traffico. Diciassette itinerari per tutte le gambe, nel cuore della provincia di Verona, che toccano tutti i comuni della Valpolicella e raggiungono la Valle dell’Adige.


I tour consigliati

Se volete fare una bella gita tranquilla vi consigliamo il percorso Verona – Parona, 18 chilometri adatti a tutte le biciclette su terreno pianeggiante toccando i comuni di Corrubio, Negarine, San Pietro in Cariano, Corgnon, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Ponton. Facile facile e breve, soli 3 km, anche il tratto tra Castelrotto e Moron, toccando nel mezzo Pedemonte. Lineare collinare e non pavimentato su viabilità minore e campestre, non richiede particolare allenamento. Da fare con i bambini portando con sé una bella merenda.
30 km tra i monti da Negrar a Fumane per chi è allenato e abituato alle salite e possiede la bici adatta. Il percorso è asfaltato comodo ma continuo. Sempre per ciclisti allenati è l’anello di Negrar (con partenza e arrivo in paese) di 13 km, tocca anche Montecchio, Siresol, Preperchiusa. Sempre con partenza da Negrar fino a Sant’Ambrogio di Valpolicella sono 27 km che comprendono lo scavalcamento di tre dorsali pedemontane, la Masua, Marano e Cavalo: itinerario con salite ripetute che richiede allenamento e biciclette adatte.
Se volete conoscere un po’ tutto il territorio della Valpolicella il percorso più adatto è l’anello della Valpolicella, 44 chilometri totali nel quale sono raccordati numerosi itinerari del territorio, toccando tanti luoghi significativi dal punto di vista paesaggistico, storico culturale e naturalistico. Un percorso con alcuni tratti sterrati e di modesta salita. Si passa per Quar, Corrubio, Pescantina, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Fumane, San Pietro in Cariano, Pedemonte, Moron, Arbizzano.
Se volete pedalare in tranquillità scoprendo i luoghi meno noti, affidatevi ad una guida. Nel territorio sono presenti anche punti di noleggio di bici di tipo diverso, dalla mtb alla e-bike.

Un itinerario del gusto

Volete fare un giro in bici alla scoperta delle prelibatezze? Vi consigliamo di provare ovviamente il vino, e di fermarvi in qualcuna delle cantine disseminate un po’ ovunque. Ma non perdete una degustazione dell‘olio che qui ha un intenso colore verde-oro, il cui utilizzo ideale è a crudo. Se volete vedere la tradizionale spremitura delle olive rigorosamente fatta a mano, il periodo giusto è tra ottobre e novembre.
Tartufo nero, miele, frutta e salumi sono tra le specialità da assaporare, con un occhio di riguardo ai formaggi prodotti in allevamenti di alta montagna. Tra i formaggi della Lessinia citiamo doverosamente il Monte Veronese che esiste in tre diverse varietà. Da provare il Monte Veronese ubriaco all’Amarone, le cui le forme vengono immerse nel mosto delle uve appena raccolte.
bike.info@valpolicella.it