Cargo bike, semplifica.

Ci vuole tempo, consapevolezza, educazione civile e voglia di cambiamento. Serve tutto questo, e forse qualcosa di più per un cambio di passo, o meglio di ruote. Basta con le quattro ruote, a tre si viaggia molto meglio! Parola di mamma in bici. Sì, sì perché se la bici è uno stile di vita (come comunemente dice chi la usa) la cargo bike è una vera propria rivoluzione nel campo della mobilità sostenibile. Non sono solo parole. Di fatto, una cargo bike è un veicolo a tutti gli effetti, in grado di trasportare altre persone, pesi di vario genere e permette di non inquinare usufruendo dalla gratuita ginnastica delle gambe. Inutile dirvi che nel nord Europa questa è storia vecchia: si viaggia in cargo bike da trent’anni e ognuno ne ha legata una davanti casa, senza l’ansia che qualcuno gliela rubi o che si rovini con le intemperie.

Questione di abitudine. Ma possiamo cominciare perché questa “verde” abitudine diventi anche nostra. Specie di noi mamme. Sarebbe una grande ricchezza per stressare meno i bimbi nel traffico, per averli più vicini e chiacchierare con loro, per fargli conoscere la città senza un vetro davanti, per insegnargli quanto sia bello pedalare anche se non si è in vacanza.

Non perderti questo:   Sul monte Cecilia con la campionessa di fuoristrada Marta Maragno

Qualche dritta…
Andare in bici è la base, ma dimenticatevi di scendere dalla cargo quando frenate. Ricordate: siete su tre ruote, la cargo sta su da sole. E poi c’è la questione delle prendere le misure prima di incastrarsi e di curvare facendo molta attenzione al cassone davanti. Ma l’ebrezza e la felicità di guidarne una sarà superiore alla paura. Potrete andarci ovunque: al mare, a fare la spesa o caricare i vostri figli. Possono portare fino a 120 chili senza sentirli né nelle braccia né nella gambe.

Modelli? Infiniti
Dal classico senza tempo delle cargo come Christiania ( testata da più di 30 anni) alla stilosissima Johonny Loco, dal design molto vintage. Oppure la leggerissima Nihola in grado di fare concorrenza all’auto per la sua capacità di trasporto. Elegante ma pratica (è tra le mie preferite) l’olandese Babboe molta sicura e affidabile negli spostamenti urbani. Oppure per non faticare troppo la cargo e-bike Pandabike(foto di copertina)