Una gita in bicicletta in Val Rendena in Trentino

In Val Rendena si pedala sulla rotta della spedizione di Carlo Magno, raccontata in un antico affresco del 1500 nell’antica chiesa di Santo Stefano di Carisolo, nella splendida cornice del Parco Naturale del Brenta e dell’Adamello nel Trentino, all’imbocco della Val di Genova. Collocata su uno sperone roccioso, a picco sul fiume Sarca, la chiesa domina l’alta Val Rendena.

1895618951

Alla base del grande affresco una lunga scritta murale descrive il passaggio dell’imperatore del Sacro Romano Impero da Bergamo in Valle Camonica, Val di Sole e Val Rendena.
Da Tione di Trento la ciclopista, lunga circa 20 km tutta sull’asfalto, segue il corso del fiume Sarca fino a Carisolo lungo un percorso privo di salite impegnative, ondulato e tranquillo, ideale per le famiglie con bambini e per chi ama pedalare immerso nella natura.
Il percorso si snoda fra i prati dei paesi di Iavrè, Darè, Vigo e Pelugo, con numerose aree-sosta attrezzate, come il bicigrill di Vigo Rendena, toccando luoghi di rara bellezza. Dopo aver percorso 8.2 km da Tione, la ciclabile giunge al “Parco delle “Masere” di Pelugo, sulla sponda destra del Sarca, fra boschi incontaminati e dolci saliscendi. Una passerella conduce a Parco Adamello Brenta, che con i suoi 620,51 kmq è l’Area Protetta più vasta del Trentino.

1924018966

Proseguendo lungo il percorso si arriva in località Vetreria, impreziosita dalla chiesetta di Santo Stefano, da dove si può deviare per la carrozzabile che percorre tutta la Val di Genova, passando per le splendide Cascate del Nardis che scendono dalla Presanella compiendo un salto che dai 921 metri scende per oltre 130 con una pendenza tra i 55 e i 65 gradi. La vaporizzazione dell’acqua all’impatto con la roccia e la particolare angolazione della luce al tramonto rendono la cascata, accessibile arrivando al rifugio Nardis da Carisolo, particolarmente suggestiva in ogni momento della giornata.
La ciclabile continua poi verso la zona di Pinzolo, per giungere infine alla piana di Carisolo e a San Antonio: da quest’ultima località parte un sentiero per mountain bike che conduce a Madonna di Campiglio dopo un percorso di circa 8 km.
Difficoltà: facile
Lunghezza: 26,2 km
Salita: 245m
Discesa: 15m
Durata: 3:00 / 3.30 h
Punto più basso: 462 m
Punto più alto: 827 m

Non perderti questo:   La ciclabile del Po e il delta di Goro in bici

Info Visit Trentino, www.visittrentino.it

Come arrivare in Val Rendena
Autostrada A22 Brennero: uscita Trento Centro (distanza dal casello 62 km c.ca) poi si prosegue seguendo le indicazioni per Madonna di Campiglio lungo la strada statale 45/bis (fino a Sarche) poi lungo la SS 237 (fino a Tione); infine lungo la SS 239 si giunge a Pinzolo e poi a Madonna di Campiglio.
Autostrada A4 Milano-Venezia: uscita Brescia Est (distanza dal casello 110 km c.ca) seguendo per Lago di Idro lungo la strada statale SS 237 del Caffaro fino a Tione; si prosegue quindi lungo la SS 239 fino a Pinzolo.

Laura Colognesi