Come si sceglie la bici giusta per un bimbo? Ovvero, come si acquista il telaio esatto? Partiamo dalla grandezza delle ruote espressa in pollici. Ed è lì tutta la differenza. Dai 3 ai 6 anni ad esempio si va dai 12 ai 18 pollici. Per i bimbi dai 2 anni, la bici senza pedali è perfetta per imparare l’equilibrio in bici (parola dei pediatri) in quanto prepara il terreno per quello che sarà la vera pedalata.  Per incominciare, poi, a pedalare “da grandi”, le bici con ruote piccole (12 e 14 pollici)  aiutano i bambini dai 3 ai 5 anni.

Ma andiamo per gradi. La prima bici, come anticipavamo, è la famosa balance bike che arriva attorno ai 2 anni di età. E’ il primo mezzo con il quale il bimbo si sentirà autonomo e testerà il senso di equilibrio, fondamentale per avvicinarsi alla vera bicicletta. Ci sono alcuni modelli ai quali, verso i 3 o 4 anni, si possono aggiungere i pedali e fare piccole prove di incoraggiamento.

Dopo i 4 anni il bimbo è pronto per il grande salto. Ovvero in bici senza rotelle. Sarà il momento di testare bici dai 14 pollici in su a secondo della grandezza fisica del bimbo. Ricordate, comunque, che è necessario che il piede tocchi a terra. Non esistono modelli ma solo bici che piacciono davvero!

Superati i 5 anni si entra automaticamente nella fascia “degli adulti”. Di solito un bimbo di sei anni è in grado di pedalare senza problemi e dunque la scelta della bici ricade su affidabilità e qualità dei materiali della bici.  In tutti questi momenti è necessario dotarsi di un caschetto, magari abbinandolo a dei para ginocchia e para gomiti.
Dai 10 anni in poi il diametro della ruota si aggira attorno ai 18 pollici e sarà molto importante acquistare una bici sicura. Sono gli anni in cui il bimbo ha raggiunto piena autonomia e consapevolezza delle sue capacità … e a volte si esagera. Dunque massima attenzione!

Puntiamo l’attenzione su un altro aspetto, il peso della bici: solitamente le bici degli adulti hanno un peso uguale al 20 per centro della loro massa, mentre quelle dei bimbi possono arrivare al 50 per cento, ovvero la metà del loro peso. Dunque, quando si acquista una bici bisogna tener conto anche di questo. Sempre meglio non veicolo leggero, facile da maneggiare e che non li sbilanci.

Fondamentali anche i freni. Prima di portarsi a casa una bici assicurarsi che rispecchi gli standard di qualità dell’Unione Europea, ovvero conforme alle norme tecniche Uni, che ne garantiscono la conformità agli standard di qualità dell’Unione Europea. In che modo? Di solito c’è un codice sul telaio in modo visibile contenente un numero progressivo di telaio, il nome del fabbricante, la sigla alfa-numerica EN, e il numero della norma, e per quanto riguarda le bici per i più piccoli, la sigla è EN 14765.