Scarpe, calze e copriscarpe

Il copriscarpa è solo una delle soluzioni possibili per proteggere i piedi dai rigori dell’inverno. Ma attenzione: non tutti i copriscarpa sono uguali, esistono copriscarpe con caratteristiche termiche e copriscarpe con caratteristiche antipioggia. Questi ultimi poco possono contro il freddo; lo stesso vale per i copriscarpe termici quando piove. I copriscarpa richiedono qualche attenzione e qualche secondo di tempo per essere calzati: sono comunque l’opzione ideale per il ciclista evoluto che vuole utilizzare le sue scarpette estive anche in inverno, per quelli che non vogliono modificare l’assetto di pedalata con una calzatura diversa e non da ultimo sono un’ottima soluzione per chi vuole risparmiare ed evitarsi l’acquisto di un paio di scarpe invernali. Sì, perché quest’ultima è di sicuro una soluzione definitiva e pratica: le scarpe invernali hanno un taglio a collo alto, con collarino, una tomaia con imbottitura generosa e caratteristiche di impermeabilità totale che si estendono su tutto il perimetro della tomaia e del collarino. Inoltre, le caratteristiche di isolamento termico che garantisce una scarpa invernale talvolta non rendono necessario indossare calze termiche, accessorio che invece è obbligato quando si utilizzano solo i copriscarpa.

calze termiche

In merito alle calze, anche qui il mercato offre soluzioni tecnicamente molto valide e con eccellenti caratteristiche termiche: ricordate, però, che la protezione dal freddo del piede del ciclista comincia dallo strato più esterno, ossia dalla tomaia o dal copriscarpa che sia. Questo significa che anche il più valido dei calzini termici poco potrà rispetto al freddo vero quando viene accoppiato alla sola scarpa estiva. Infine, una pratica soluzione alternativa ai copriscarpe è rappresentata dai puntali, ovverosia copriscarpa parziali che coprono solo la punta della scarpa e che si fissano velocemente nella tacchetta. Sono molto efficaci sia perché proteggono la parte del piede più esposta al freddo, cioè la punta, sia perché, diversamente dai copriscarpa, consentono di intervenire sulle fibbie di regolazione della chiusura della scarpa. Si tratta però di un accessorio sicuramente inadeguato per il freddo “importante”, ovvero sotto i 6, 8 gradi.

Consigli per gli acquisti

Scarpe Northwave Flash Gtx

La tomaia utilizza la membrana impermeabile Gore-Tex® Piquewater accoppiata a una membrana antivento. Ha un rivestimento termico aggiuntivo posizionato strategicamente nella zona della punta. Collarino realizzato in Climaflex, che unisce l’elasticità della membrana Gore-Tex Rattler® alla termicità del Neoprene.

175 euro

 

Copriscarpe Sportful Roubaix Thermal

Accoppiano il neoprene al tessuto Softshell per ottenere un copriscarpa efficace anche con temperature sotto zero. La membrana in poliuretano protegge anche dal vento. Struttura elasticizzata per adattarsi a qualsiasi tipo di scarpa.

50 euro

 

Calze Endura Pro SL

Realizzate in tessuto termico Luxury PrimaLoft, che impiega anche la seta. Taglio alto sulla caviglia e imbottitura aggiuntiva soffice sul tallone e sul metatarso.

18 euro