Quest’anno la strada dei vini d’Alsazia festeggia  60 anni, le nozze di diamante, regalando eventi eno-gastronomici, culturali e sportivi a tutti gli avventori. Novità del 2013 è il percorso, da fare in bicicletta o mountain bike, dei vigneti da Marlenheim a Thann. L’esperienza è di quelle che lasciano il segno. Passeggiare  tra le vigne a mosaico,  i bucolici sentieri del vino, esplorare paesi medioevali, entrare in una cantina della stessa epoca e degustare dei nettari preziosi frutto di una natura sicuramente generosa, è senza dubbio un modo affascinante per visitare un territorio. Si può iniziare proprio da Strasburgo: la ricchezza e la maestosità del suo patrimonio artistico hanno fatto guadagnare al centro storico il titolo di patrimonio mondiale dell’Unesco. Con la sua grandiosa cattedrale di Notre Dame, la Maison Kammerzell, il quartiere sull’acqua, le sue facciate con minuti e intricati decori quasi di pizzo, è sicuramente una delle più belle città d’Europa. Da Marlenheim, porta della strada dei vini, inizia il percorso attraverso valli e pendii, castelli misteriosi e bastioni medioevali carichi di storia, dove quasi 1000 produttori aprono le porte delle loro cantine per condividere con gli altri la loro passione per il vino. Tutto lo charme dell’Alsazia è in questi luoghi fra Mont Sainte-Odile, leggendario luogo di pellegrinaggio, il castello di Haut-Koenigsbourg, la città romana di Rosheim, Obernai, Barr e Chatenois. A rendere ancora più frizzante la vacanza l ‘ultima moda lanciata anche in Alsazia ovvero il Geocaching. Si tratta di una moderna caccia al tesoro, un modo originale per far scoprire luoghi insoliti, attraverso l’utilizzo di un GPS che guida il turista di tappa in tappa. Da non perdere lungo il percorso, la capitale dell’Alsazia, Colmar. Intima e raccolta nelle dimensioni, questa città possiede un patrimonio culturale dei più considerevoli. A caratterizzarla l’architettura a “colombages” delle case (con le tipiche pareti a graticcio), i pittoreschi canali e il centro città fiorito. A soli 7 km sorge Turkeim, una graziosissima cittadina circondata da possenti bastioni: si possono visitare seguendo la ronda del guardiano di notte(dalle 22, dal 1 maggio al 31 ottobre). Una tradizione che dura da 500 anni: coperto da un tricorno nero e munito della sua alabarda, vi racconterà i suoi tanti aneddoti. Poi potrete riprendere la Strada dei Vini tornando a riscoprire quei meravigliosi paesaggi modellati dal lavoro, appassionato e premuroso dei viticoltori. Prendetevi tempo e gustatevi l’Alsazia i suoi vini e la sua gustosissima cucina in particolare la  Tarte flambèe!

Per informazioni i siti da consultare sono www.route-des-vins-alsace.com  www.VinsAlsace.com   www.tourisme-alsace.com

Per alloggi www.france-voyage.com