Viaggio in bicicletta tra i fiori d’Olanda

Visitare l’Olanda tra Aprile e Maggio vuol dire fare il pieno di colori e profumi! Se poi amate girare in bicicletta questo Paese in Primavera è in grado di regalarvi uno spettacolo imperdibile. I vostri sensi, vista e olfatto, verranno sollecitati e nutriti all’inverosimile.

 

IL KEUKENHOF

Dal 18 Marzo al 20 Maggio, e solo in questo periodo, apre il parco fiorito più famoso al mondo. Keukenhof letteralmente significa “L’orto della cucina”, e nel 1400 era il luogo in cui Giacomina di Baviera coltivava le erbe che poi servivano per cucinare. Oggi è un Parco di 32 ettari ricoperto da 75.000 tulipani di 600 varietà diverse, da giacinti, narcisi, etc.

fiori keukenhoffiori olanda bici

Ogni anno 93 floricoltori piantano a mano 7 milioni di bulbi per regalare ai visitatori uno spettacolo che non ha pari. Entrando, attorno ad un laghetto circondato da salici piangenti, si scorgono macchie di un viola molto intenso. Più ci si avvicina e più si è pervasi da un profumo che quasi stordisce: è quello dei  giacinti, i primi a fiorire assieme ai narcisi nella stagione primaverile.

keukenhof3

E questa sensazione si ripete ad ogni angolo, ogni scorcio è un regalo per la vista. Keukenhof è il biglietto da visita del Paese dei fiori, la rappresentazione di quante varietà e colori si possano creare. Pensate ci vogliono 5 anni per creare un nuovo bulbo e 20 per metterlo in commercio.

DA KEUKENHOF AL MARE

Per chi volesse provare cosa vuol dire pedalare tra i campi in fiore, è semplice, basta noleggiare una bicicletta nel parcheggio del Keukenhof.

in bici in olanda

Muniti di una cartina, che vi verrà fornita dal noleggiatore, si può fare un tour di una ventina di chilometri che porta fino al mare e ritorno. Il percorso è semplice, tutto in piano e su piste ciclabili. Gli olandesi sono molto diligenti e rispettosi delle biciclette, per cui anche nelle stradine di campagna in cui la sede è condivisa gli automobilisti danno sempre la precedenza alle due ruote. Il tempo in cui si riescono a coprire questi chilometri invece è indefinibile: lo spettacolo dei campi ricoperti di giacinti che degradano dal viola intenso al rosa,

 

campi fiori olanda

il contrasto tra campi di tulipani gialli che si intersecano con quelli rossi, è di quelli che non si vedono tutti i giorni. Anche il fotografo più scarso viene travolto da un raptus irrefrenabile, e quello che resta impresso assomiglia sempre e comunque ad un quadro di Van Gogh!

 

CONSIGLI DI VIAGGIO

Compagnia aerea KLM da tutti i principali aeroporti italiani

Albergo ad Amsterdam. Un nuovo concept si sta imponendo: pochi metri quadri, con servizio bar ristorazione 24/7 , a 10 minuti dal centro e a 15 minuti dall’aeroporto. Si chiama Citizen M. Non ci siamo abituati ma per visitare una città è una soluzione economica (a partire da 79 euro) e il servizio è ottimo.

hotel amsterdam

Se volete concedervi una sosta vicino alla spiaggia il consiglio è di fermarsi al Strandrestaurant Nederzandt at Noordwijk, un luogo incantevole e arredato anche all’esterno con grande gusto.

Dove mangiare ad Amsterdam e dintorni. La cucina olandese non vanta grandi tradizioni. Sicuramente per la cena merita una visita Vork&Mess. Un simpatico chef di origine greca Jonathan Karpathios ha creato in una location avvenieristica sul lago un ristorante a km zero.

ristorante amsterdam

Dove noleggiare le biciclette. Al Keukenhof Rent-a-bike Van Dam

In centro ad Amsterdam: YellowBike, Rent-A-Bike e Macbike sono le tre compagnie che vantano più punti noleggio.

 Curiosità

Un’altra esperienza imperdibile è il Mercato dei fiori di AAlsmer. Niente a che vedere con il mercato galleggiante di Amsterdam, nato nel 1862 e ancora vivacissimo lungo il canale Singel. Il  Bloemenveiling FloraHolland Apre al pubblico alle 7 di ogni mattina e in un’area di un milione di metri quadrati vengono venduti ogni giorno 21 milioni di fiori e due milioni di piante. L’asta inizia alle 6 di ogni mattina e gli operatori accreditati compiono 144.000 transazioni di 4 secondi l’una ogni giorno.

Per tutte le informazioni  www.iamsterdam.com

Reportage di Ludovica Casellati